Dieta dimagrante dei 17 giorni, come farla?

Dieta dimagrante dei 17 giorni, come farla?

Dopo la dieta dimagrante Dukan che ha fatto tanto discutere e ha diviso in maniera netta tra proseliti e accaniti contestatori, arriva una nuova dieta che promette di far perdere peso velocementema in maniera salutare, si tratta della dieta dei 17 giorni. L’ideatore di questa dieta dimagrante è ancora una volta un medico, il dottor Michael Rafael Moreno, e si propone come […]

Dopo la dieta dimagrante Dukan che ha fatto tanto discutere e ha diviso in maniera netta tra proseliti e accaniti contestatori, arriva una nuova dieta che promette di far perdere peso velocementema in maniera salutare, si tratta della dieta dei 17 giorni.

L’ideatore di questa dieta dimagrante è ancora una volta un medico, il dottor Michael Rafael Moreno, e si propone come obiettivo quello di continuare a intaccare il peso dopo la prima fase di dimagrimento veloce, quando normalmente si comincia a faticare di più. La dieta si basa su 4 fasi da 17 giorni ciascuna.

Nella prima fase di accelerazione l’alimentazione è essenzialmente proteica e con un apporto calorico di 1200 Kcal giornaliere, per accelerare il metabolismo e perdere subito peso. La seconda, di attivazione, prevede un’alternanza tra cibi meno calorici e più nutrienti per un massimo di 1500 Kcal al giorno inclusi una piccola parte di carboidrati.

Nella terza fase si reinseriscono i carboidrati in dose superiori, così come più zuccheri e anche una dose di alcol. Nell’ultima fase, di arrivo, si armonizzano le tre precedenti e nel week end si può mangiare liberamente. Ognuna di queste 4 fasi dura appunto 17 giorni e permette di redistribuire le calorie e i carboidrati in maniera corretta nell’arco di una giornata.

Il Dottor Moreno ci tiene a precisare che la sua dieta a differenza della Dukan permette di scegliere tra una varietà molto maggiore di proteine e alimenti in generale, non escludendo totalmente i carboidrati ma concentrandoli tutti entro le ore 14.

L’obiettivo finale di questa dieta sarebbe quindi, oltre alla perdita di peso, una nuovaeducazione alimentare da seguire per tutta la vita. il fatto poi che si tratti di cicli di 17 giorni permette da un punto di vista psicologico di sopportare meglio le rinunce in vista di una fase successiva più gratificante.

Le uniche controindicazioni riguardanti questo regime alimentare sono verso chi soffre di diabete di tipo 1 o presenta patologie a carico dei reni. Per chi soffre invece del diabete di tipo 2 si sono riscontrati dei benefici seppur con la raccomandazione di tenere sempre sotto controllo gli zuccheri.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Max Paiella