Dieta del lavaggio linfatico per le gambe: cos’è e come funziona

Dieta del lavaggio linfatico per le gambe: cos’è e come funziona

Fonte immagine: Istock

Iniziamo dalle basi per capire bene di cosa si tratta: la linfa è un liquido che si forma dall’acqua e da tutte le molecole che escono dai nostri capillari arteriosi nella matrice extra cellulare. Funziona come un ponte attraverso il quale i nutrienti alimentari e l’ossigeno passano dal sangue all’interno delle cellule. Se la linfa […]

Iniziamo dalle basi per capire bene di cosa si tratta: la linfa è un liquido che si forma dall’acqua e da tutte le molecole che escono dai nostri capillari arteriosi nella matrice extra cellulare. Funziona come un ponte attraverso il quale i nutrienti alimentari e l’ossigeno passano dal sangue all’interno delle cellule. Se la linfa è alterata nella sua composizione (proteine, acidi grassi saturi, sodio…) la nutrizione cellulare è compromessa e tutto ristagna. Un vero problema per il nostro metabolismo e per il nostro sogno di dimagrimento: il sistema linfatico, infatti, ha un ruolo primario nel perdere massa grassa corporea. Esistono dei metodi per riattivare un sistema linfatico compromesso o pigro, c’è una dieta di cui in questo articolo si parla approfonditamente.

Dieta del lavaggio linfatico per le gambe: come e perché farla

Dieta del lavaggio linfatico per le gambe: come e perché farla
Fonte: Istock

Per sapere se il vostro sistema linfatico è compromesso, avete bisogno di una visita da uno specialista ma un buon inizio è riconoscersi in alcuni di questi sintomi:

  • Gambe grosse (linfedema e lipedema);
  • Depositi di grasso e di cellulite;
  • Dolori indefiniti, cefalee, fibromialgia, affaticamento;
  • Senso di gonfiore e di pesantezza, addome pronunciato;
  • Difficoltà a recuperare e a mantenere il peso forma;
  • Edemi;
  • Stipsi ostinata;
  • Borse sotto gli occhi;
  • Tosse secca con emissione di muco vischioso e giallastro;
  • Chioma secca.

Se si riscontrano almeno 3 di questi sintomi, il consiglio è quello di provare con un’alimentazione volta alla riattivazione del sistema linfatico. L’obiettivo sarà ridurre l’arrivo dei grassi alimentari dall’intestino per favorire il percorso e la rimozione dei grassi provenienti dalle gambe. Come? Attraverso una dieta che presupponga vegetali freschi, verdure crude e cotte, alimenti marini e frutta secca (semi oleosi) ricca di Omega-3. Sì al pesce, alle pesche, al pomodoro. Bisognerà, invece, cercare di evitare acidi grassi saturi (presenti nei cibi di origine animale): si dovrà rinunciare a salumi e formaggi a pasta dura. Il medico consiglia di ridurre anche il sale, incrementando il consumo di estratti o centrifugati misti di verdura (80%) e frutta (20%) di stagione realizzati attraverso un estrattore a basso giro. In questo modo il sistema linfatico potrebbe riprendersi con una riduzione evidente dei centimetri in eccesso nella zona gambe. Bere un’adeguata dose di liquidi durante tutta la giornata (un bicchiere d’acqua all’ora) e praticare attività fisica sono buone regole di vita da adottare in generale, ma in particolare anche in queste situazioni. Qualora il problema dovesse persistere il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad uno specialista per ulteriori approfondimenti.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: dodicesima lezione