Dieta Dash: come funziona, libro e menù

Dieta Dash: come funziona, libro e menù

Fonte immagine: Istock

Amatissima dagli americani: la dieta Dash non sarebbe utile solo per perdere peso e tornare in forma ma anche per prevenire e curare l’ipertensione.

La dieta Dash (Dietary Approaches to Stop Hypertension) elaborata dal National Heart, Lung, and Blood Institute di Bethesda (Maryland, USA) è ritenuta la più efficace dagli americani: lo dice una ricerca e lo dimostrano i risultati delle tante persone che l’hanno scelta. Si tratta di un modello alimentare nato con lo scopo di migliorare la salute di chi la segue, in particolare di combattere la pressione alta e lo fa attraverso la scelta sapiente di alcuni alimenti. Potassio, calcio, fibre e proteine sono ritenuti gli elementi nutritivi fondamentali per fare in modo che la pressione rimanga nei giusti livelli ma fondamentale anche per questa dieta mantenere basso il contenuto di sodio negli alimenti proposti, limitando il consumo di sale allo stretto necessario.

Dieta Dash: tutto ciò che c’è da sapere

Dieta Dash: tutto ciò che c'è da sapere
Fonte: Istock

Di diete ne esistono tantissime: dalla Dieta Sirt alla Dieta Vegana, bisogna solo trovare quella più adatta alle nostre esigenze e al nostro corpo. La Dieta Dash è molto amata perché offre un riscontro diretto anche sulla salute del nostro corpo. In un certo senso assomiglia molto alla nostra dieta mediterranea in cui si fa largo uso di frutta e verdura di stagione, cereali integrali, grassi buoni e proteine limitando invece grassi saturi, sale e tutte quelle sostanze che in qualche modo possono andare a danneggiare circolazione e cuore. Si tratta però di un modello di dieta da personalizzare a seconda delle singole esigenze e si può usare anche per dimagrire.

Si possono assumere tra le 1800-2000 calorie al giorno ma anche 1400-1600 se si vuole perdere un po’ più di peso peso. C’è bisogno, anche per questo aspetto, di fare una valutazione sulla singola persona. Bisogna fare almeno 30 minuti di attività fisica al giorno.

Menù della dieta più amata negli Usa?

La dieta Dash prevede come menù settimanale, per le prime due settimane di dieta, la totale astensione da grassi e carboidrati di ogni genere. I primi dieci giorni saranno fondamentali, si dovrà puntare solo ricette proteiche, in modo da risvegliare il più velocemente possibile il metabolismo. Non a caso sarà proprio in questa prima fase che perderete maggiormente peso! Superata questa fase si procede eliminando le verdure ricche di amido: questa è la fase più semplice ma anche più delicata. Bisognerà fare attenzione a non riprendere peso e diminuire il livello di colesterolo e di zucchero presente nel sangue.

Il menù settimanale privilegia questi alimenti nello specifico:

  • verdure: pomodori, zucca e finocchi (ricchi di potassio);
  • frutta: pesche, ananas, prugne, ciliegie, fragole (la dieta è consigliabile iniziarla verso primavera estate);
  • pesce e carne bianca
  • legu​mi: in grande quantità meglio se fagioli;
  • frutta secca: mandorle, noci, semi;
  • cereali.

In linea generale, questa dieta promette di far perdere intorno a 2 kg e mezzo nelle prime settimane e tra i 4 kg e mezzo e i 16 kg nell’arco di due mesi. Sono tuttavia variabili a seconda della reazione del corpo ma i benefici sono universali e riguardano la qualità della vita nel suo complesso.  Si trattadi una dieta che ha il vantaggio di basarsi sul miglioramento della qualità del cibo ingerito, più che sulla sua diminuzione, ma soprattutto sull’annullamento dell’effetto yo-yo!

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: nona lezione