• GreenStyle
  • Salute
  • Dieta con poche fibre aumenta il rischio di malattie cardiovascolari

Dieta con poche fibre aumenta il rischio di malattie cardiovascolari

Dieta con poche fibre aumenta il rischio di malattie cardiovascolari

Apporto di fibre fondamentale contro il rischio di malattie cardiovascolari. Un livello insufficiente può favorire il presentarsi di infarto e obesità.

Le fibre alimentari si confermano importanti per la salute del cuore. A sostenerlo in questo caso uno studio condotto dai ricercatori del Center for Community Health and Health Equity, Brigham and Women’s Hospital e dell’Harvard Medical School di Boston.

L’apporto di fibre nella propria dieta rappresenterebbe quindi un’efficace barriera protettiva nei confronti delle malattie cardiovascolari e metaboliche, oltre che come ormai noto per la prevenzione di alcuni disturbi all’apparato digerente e per favorirne la regolarità. Lo studio condotto negli USA ha visto coinvolti oltre 23 mila individui inclusi nel National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES) 1999-2010.

Per ciascuno di loro sono stati presi in esame la situazione clinica, l’apporto di fibre e in generale il regime alimentare seguito, oltre ai dati socio-demografici come etnia, condizioni socio-economiche e istruzione.

L’associazione tra coloro che hanno evidenziato una scarsa abitudine all’impiego di fibre alimentari (provenienti sia da cereali integrali che da frutta e verdura) hanno allo stesso tempo manifestato una maggiore propensione verso disturbi legati alla circolazione sanguigna o patologie cardiache come l’infarto.

In aiuto arriva, come spesso accade quando si tratta di alimentazione sana, la Dieta Mediterranea, ricca di fibre e altri sostanze naturali utili all’organismo dell’uomo. Un aiuto naturale anche per aumentare la propria capacità riproduttiva e nella prevenzione di una forma su tre di tumore.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Riso Gallo sostenibile: intervista a Riccardo Preve