Diarrea del cane: cause, alimentazione, rimedi

Diarrea del cane: cause, alimentazione, rimedi

Fonte immagine: Unsplash

La diarrea è una problematica molto comune tra i cani che spinge a produrre feci molli: ecco cause, sintomi, alimentazione e rimedi.

La diarrea è una problematica fisica che può colpire anche il cane di affezione, favorendo la produzione di feci molli oppure liquide. La frequenza d’emissione può incidere sul benessere dell’animale che potrebbe disidratarsi, soffrendo anche di dolori e crampi intestinali. È importante correre subito ai ripari identificando la causa e avviando una cura specifica, ovviamente con il supporto del veterinario.

Peristalsi

La peristalsi è il movimento messo in atto dalla muscolatura liscia che avvolge l’intestino e permette il movimento del cibo che arriva dalla stomaco attraverso tutto il sistema digerente, quindi tramite l’intestino per giungere all’ano sotto forma di feci. Le contrazioni sono ritmiche e gestite dal sistema nervoso autonomo, che permette l’assorbimento delle proprietà nutritive e dell’acqua. Una serie di processi metabolici importanti per la salute dell’organismo, che prendono vita grazie alla presenza della popolazione batterica: questa è deputata alla produzione di enzimi necessari per la digestione e, al contempo, preserva la salute della mucosa intestinale così da svolgere il ruolo di barriera tra il contenuto fecale e l’organismo. Quando questo meccanismo non funziona a dovere, subentra l’infezione e quindi la diarrea.

Cause

Cane

La diarrea entra in gioco quando nell’intestino sono presenti elementi in eccesso o negativi per la salute e, per questo motivo, il corpo si difende cercando di espellerli il più velocemente possibile. Le cause principali possono essere varie, ad esempio di origine alimentare, ovvero quando il cane assume qualcosa di indigesto, tossico, del tutto inappropriato alla digestione o che causa irritazione all’intestino. Un cambio repentino di dieta, un’intolleranza alimentare, l’assunzione di sostanze velenose o un eccesso di cibo possono portare alla diarrea definita osmotica. Ma le cause possono rivelarsi anche di natura infettiva, dovute alla presenza di virus, batteri, parassiti e dalla gastroenterite emorragica (diarrea secretoria). Infine, tra le cause possiamo individuare anche gli sbalzi termici, quindi disturbi dell’equilibrio e di tipo emotivo: paura, ansia, eccessiva eccitazione, dolore, nonché problematiche pancreatiche e tumorali.

Sintomi

I sintomi più comuni sono legati all’aumento dello stimolo di defecare in tandem con una produzione di feci molli oppure liquide, fino a quelle a spruzzo. Il cane appare abbattuto, spossato, letargico, potrebbe disidratarsi rapidamente, quindi produrre feci con presenza di sangue oppure rosse, ma anche vomitare. In presenza di una blanda diarrea la situazione si può risolvere facilmente eliminando la causa, magari sospendendo l’alimentazione per ventiquattro ore fornendo sempre una ciotola d’acqua. Nei casi più gravi è importante rivolgersi subito al veterinario di fiducia, che potrà visitare l’animale e consigliare la cura più adatta.

Cure

Cane

Come anticipato, è importante stabilire la causa, magari con l’aiuto del medico, così da procedere con la cura più adatta. In caso di cibo non consono è meglio sottoporre Fido a un giorno di digiuno per permettere all’intestino di assestarsi e riposare, offrendo sempre una ciotola d’acqua. Vietati gli avanzi e i cibi non indicati per l’alimentazione canina, meglio evitare anche il riso bollito perché l’assimilazione degli amidi richiede l’operatività degli enzimi presenti nell’intestino, momentaneamente fuori uso. Vietato fornire medicinali e antibiotici per il consumo umano, specialmente senza prescrizione medica. Consigliati invece i prebiotici ed i probiotici, adatti per il ripristino della flora batterica, ma sempre e solo su consiglio veterinario.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!