• GreenStyle
  • Consumi
  • Detrazione 50% edilizia e mobili: nuova guida dell’Agenzia delle Entrate

Detrazione 50% edilizia e mobili: nuova guida dell’Agenzia delle Entrate

Detrazione 50% edilizia e mobili: nuova guida dell’Agenzia delle Entrate

Guida pratica dell’Agenzia delle Entrate sulle Detrazioni del 50% in edilizia e acquisto mobili: come accedere allo sconto.

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la guida alle detrazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione edilizia. La nuova versione tiene conto della Legge di Stabilità 2014, che ha prorogato la durata del bonus al 50% per tutto il 2014.

In virtù della proroga, spiega l’Agenzia, le spese per le ristrutturazioni sostenute dal 26 giugno 2012 fino al 31 dicembre 2014 continueranno a godere di una detrazione IRPEF del 50%. Inalterato anche il tetto di spesa cui applicare il bonus (96.000 euro), che rimarrà identico anche nel 2015, quando l’aliquota della detrazione fiscale scenderà invece al 40%. A partire dal 2016, poi, il bonus per le ristrutturazioni edilizie tornerà alla vecchia aliquota del 36%, mentre il tetto di spesa scenderà a 48 mila euro.

Agevolazioni confermate anche per l’acquisto – solo per immobili sottoposti a ristrutturazione – di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni). In questo caso, lo sgravio può essere calcolato su una spesa massima di 10.000 euro e deve essere ripartito in 10 quote annuali di pari importo.

Bonus maggiorati, spiega infine la guida dell’Agenzia delle Entrate, per gli interventi di adeguamento antisismico degli edifici adibiti ad abitazione principale o ad attività produttive che si trovano in zone sismiche ad alta pericolosità. In questo caso, per le spese sostenute dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2014 verrà applicata una detrazione del 65% (l’aliquota scenderà al 50% nel 2015).

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

La via della leggerezza: intervista a Franco Berrino e Daniel Lumera