Deforestazione, umanità al collasso entro pochi decenni

Deforestazione, umanità al collasso entro pochi decenni

La deforestazione e il consumo di risorse porteranno l'umanità al collasso entro pochi decenni, a sostenerlo due fisici teorici.

La deforestazione e il consumo di risorse contribuiranno in maniera decisa alla scomparsa dell’umanità. Almeno della società così come la conosciamo. A sostenerlo due fisici teorici Mauro Bologna (Departamento de Ingeniería Eléctrica-Electrónica, Universidad de Tarapacá, Arica, Chile) e Gerardo Aquino (The Alan Turing Institute, London, UK – University of Surrey, Guildford, UK – Goldsmiths, University of London, London, UK).

La fine dell’umanità così come finora concepita avverrà relativamente presto, spiegano i ricercatori, entro due o al massimo quattro decenni. Le probabilità che ciò avvenga sarebbero superiori al 90%, come hanno indicato gli stessi autori dello studio nel loro “abstract“:

Sulla base degli attuali tassi di consumo delle risorse e sulle migliori stime di crescita del tasso tecnologico il nostro studio mostra che ci sono probabilità molto basse, inferiori al 10% nella visione più ottimistica, di sopravvivere al collasso catastrofico a cui andiamo incontro.

La deforestazione rappresenta un segno evidente della criticità della situazione, spiegano gli studiosi. In particolare, al tasso attuale, tutte le foreste del mondo sarebbero destinate a scomparire entro 100-200 anni. Hanno dichiarato Bologna e Aquino:

Molti fattori attribuiti all’attività umana sono considerati come possibili responsabili per i cambiamenti climatici osservati. Tra questi la contaminazione di aria (perlopiù da gas a effetto serra) e acqua e deforestazione sono i più citati. Mentre il collegamento tra effetto serra e riscaldamento globale è ancora oggetto di discussione, la deforestazione è un fatto innegabile.

Diverse le specie, inclusa quella umana, che pagheranno un prezzo salato a fronte di tale consumo di risorse da parte dell’uomo. Hanno concluso Mauro Bologna e Gerardo Aquino:

I calcoli mostrano che, mantenendo l’attuale tasso di crescita della popolazione e del consumo di risorse, in particolare di quello forestale, abbiamo pochi decenni ancora prima di un collasso irreversibile della nostra civiltà.

Fonte: Nature Scientific Reports

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be