• GreenStyle
  • Energia
  • Decreto Romani: Nichi Vendola interviene sui tagli alle rinnovabili

Decreto Romani: Nichi Vendola interviene sui tagli alle rinnovabili

Decreto Romani: Nichi Vendola interviene sui tagli alle rinnovabili

Secondo il governatore della Puglia gli effetti del provvedimento sarebbero preoccupanti: a rischio almeno 40.000 posti di lavoro

Dopo le numerose polemiche seguite all’approvazione del Decreto Romani sulle rinnovabili, continua la protesta nei confronti del provvedimento che diminuisce drasticamente gli incentivi alle fonti alternative di produzione di energia. Le ultime parole sono, in ordine di tempo, quelle del presidente della Puglia Nichi Vendola, governatore della regione più importante nel campo della produzione di energie rinnovabili.

Secondo Vendola, il dibattito sulle rinnovabili era sicuramente necessario ma ha subito una grave distorsione ad opera dei sostenitori dell’avvento del nucleare in Italia. Molte regioni, infatti, avrebbero da tempo attuato una serie di restrizioni per impedire qualsiasi tipo di speculazione e di conseguenza il decreto avrebbe come unico risultato quello di fermare completamente il settore delle energie rinnovabili, uno dei pochi che in Italia sta andando incontro a una crescita progressiva.

La Regione Puglia, per esempio, possiede 104 impianti che sfruttano fonti alternative per la produzione di energia e in grado di assicurare un apporto di 855 megawatt, almeno il 10% della propria energia totale. Gli impianti che invece aspettano l’autorizzazione sono invece 550 (5.100 megawatt) ma, dopo l’approvazione del Decreto Romani, è molto difficile che possano ottenerla e di conseguenza entrare il funzione.

Il primo effetto del provvedimento è abbastanza preoccupante: le banche stanno già bloccando i mutui delle aziende e le imprese stanno subendo un preoccupante annullamento degli ordini. Se a tutto aggiungiamo la mancata diminuzione del costo dei pannelli fotovoltaici, il risultato è il fallimento di migliaia di imprese e la messa a rischio di almeno 40.000 posti di lavoro.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

VII Forum Qualenergia: intervista a Pietro Colucci di Innovatec e Kinexia