Decora il giardino per Halloween 2020 con le luci solari

Decora il giardino per Halloween 2020 con le luci solari

Fonte immagine: Willowpix via iStock

Halloween è ormai alle porte: per decorare il giardino con dei giochi di luce, è sufficiente recuperare i faretti solari già installati.

La festa di Halloween è ormai sempre più vicina: il 31 ottobre del 2020 si celebrerà la tanto attesa Notte delle Streghe, tra divertimento in famiglia, scherzi e tanti dolci. L’occasione è perfetta anche per decorare il giardino, ad esempio con figure misteriose ricavate dal cartoncino. Ma come recuperare i punti luce solari già disponibili nell’area verde, per rendere la scena ancora più paurosa?

Sono molti i giochi di luce che sono essere realizzati per celebrare al meglio Halloween, molti dei quali anche recuperando vecchie strisce LED o altri accessori ormai in disuso all’interno della casa. Di seguito, qualche utile consiglio.

Luce arancione per Halloween

Luci di Halloween

Insieme al nero, l’arancione rappresenta da sempre il colore per antonomasia in vista della Notte delle Streghe. Questa gradazione è ovviamente dovuta alla tradizionale zucca di Halloween, la “jack o’ lantern” che ogni anno viene intagliata per esorcizzare paure e superstizioni.

Se si dispone di punti fissi di illuminazione all’interno del giardino, alimentati da appositi e minuscoli pannelli solari, è possibile proprio giocare con sfumature e gradazioni. Ad esempio, si può applicare sul vetro della lampada solare della carta adesiva semitrasparente arancione, purché certificata per resistere al calore. Meglio invece evitare i comuni fogli di carta che, proprio per il calore emanato dalla lampada, potrebbero prendere spontaneamente fuoco

A questo punto, sarà sufficiente orientare il faretto sulle aree preferite del giardino, ottenendo così un fascio di luce colorato. L’effetto finale sarà a dir poco stupefacente, per un giardino in stile Halloween, apprezzato sia da grandi che ddi bambini.

Barattoli di luce

Barattolo di luce

Per chi fosse in possesso di una vecchia striscia LED, ma dalla ricarica comunque a energia solare, si può pensare di creare degli splendidi barattoli luminosi.

Dopo aver pulito accuratamente il barattolo, aver tolto l’etichetta e provveduto a certosina asciugatura, il contenitore recuperato sarà pronto per essere utilizzato. Sul fondo andrà predisposto un letto di ghiaia, sabbia e cocci: costituirà la base per sostenere tutti i punti luce. Dopodiché, si infila la striscia LED all’interno del vasetto, la si accende e si richiude accuratamente con il tappo. Questi barattoli hanno un’autonomia di qualche ora e dipingono in modo delicato il giardino: aggiungendo un cordoncino sul collo del vasetto e fissandolo con della colla a caldo, i vasetti potranno anche essere appesi.

Zucca illuminata

Zucca illuminata

Non vi è decorazione più caratteristica per Halloween della zucca. Chiamata anche “jack o’ lantern”, dalla tradizione da cui ha avuto origine, l’ortaggio intagliato è immancabile in tutte le celebrazioni per la Notte delle Streghe che si rispettino.

Per garantire un’effetto più spettrale alla composizione, le zucche intagliate sono normalmente illuminate da un lumino, posizionate al loro interno. Eppure questa soluzione non risulta particolarmente sicura, sia perché potrebbe dare origine a incendi se in prossimità di tessuti o altri oggetti facilmente infiammabili, che causare ustioni e ferite. È il caso dei bambini, che potrebbero inavvertitamente toccare la fiamma, oppure degli animali domestici più curiosi.

Per ovviare a questo problema, l’illuminazione della zucca può essere garantita da luci LED, alimentate da piccoli pannelli solari. Disponibili in tutti i negozi di elettronica a costi davvero irrisori, questi dispositivi sono dotati di batteria. Di giorno il pannello solare ricarica proprio le batterie, al tramonto il device rileva automaticamente la riduzione della luce solare e attiva l’accensione dei LED. Questi ultimi potranno essere posizionati direttamente all’intero dell’ortaggio, mentre per il pannello solare è sufficiente prevedere un foro posteriore sulla stessa zucca, dove far passare il cavo di collegamento.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Pulire 10 oggetti di uso comune con rimedi naturali