Da Vinci Experience: Enel porta il genio toscano in Sudamerica

Da Vinci Experience: Enel porta il genio toscano in Sudamerica

A 500 anni dalla sua scomparsa, Enel ricorda Leonardo da Vinci con una mostra itinerante multimediale con tappe in diverse città del Sudamerica.

È sempre stato profondo il legame con la Terra e l’ambiente di Leondardo da Vinci. Una connessione e un’attenzione tale da renderlo di fatto un ambientalistaante litteram“, prima che lo stesso concetto di ambientalismo venisse codificato ed espresso così come oggi è conosciuto. Non soltanto invenzioni che hanno segnato lo sviluppo della conoscenza umana, ma anche progetti e studi per migliorare le condizioni della popolazione riducendo lo sfruttamento di risorse naturali.

Tra le maggiori preoccupazioni di Leonardo da Vinci la possibile carenza di risorse come quelle idriche. Già a suo tempo il genio toscano prospettava quelle che sono le attuali preoccupazioni, espresse dagli scienziati di varie nazioni, in merito ai cambiamenti climatici. Come riportato nel “Codice Arundel”:

I fiumi perderanno le acque e le feconde terre non potranno prender da sé impulso a rinverdire né crescerà la spiga nel campo e gli animali moriranno non potendo nutrirsi della fresca erba dei prati e gli uomini dopo molti tentativi perderanno anche loro la vita terminando infine la specie umana. La terra fertile, ricca di frutti, sarà trasformata in un deserto.

Stando al materiale raccolto dall’editore spagnolo Abada Editores, che lo ha raccolto e pubblicato nel 2017 con il titolo di “El libro del agua”, Leonardo da Vinci ha lasciato dietro di sé circa 7000 fogli tra disegni, bozzetti e scritti legati al tema dell’acqua. Tra i suoi progetti anche quello di convogliare l’Adda e renderlo navigabile da Lecco a Milano.

Fonte: Da Vinci Experience

Da Vinci Experience: mostra itinerante

Leonardo da Vinci ha lasciato traccia scritta di molte delle sue idee e dei suoi progetti, permettendo di apprezzarne l’inventiva e il genio. Un patrimonio che negli anni è stato oggetto di varie mostre ed esposizioni. Ora una esibizione-evento punta a raccontarne l’estro e la capacità innovativa a 500 anni dalla scomparsa. Il tour espositivo internazionale si intitola “Da Vinci Experience” ed è promosso e sostenuto dal Ministero degli Affari Esteri e da Enel.

I visitatori della mostra verranno accolti da alcune delle opere di Leonardo, esposte attraverso un format innovativo che guiderà alla scoperta del genio toscano. Il pubblico verrà condotto attraverso un percorso multisensoriale: 10 modelli di macchine progettate da Leonardo e riprodotte minuziosamente, a grandezza naturale e in scala, sulla base dei progetti originali.

Un percorso adatto sia agli adulti che ai più giovani che porterà alla scoperta, grazie all’utilizzo di giochi visivi, effetti 3D, oltre ad ambienti immersivi realizzati con video mapping e suoni surround, di Leonardo da Vinci in tutte le sue varie vesti. Spazio nella mostra itinerante al Leonardo pittore, ma anche all’ingegnere, allo scultore, all’architetto come anche al poeta e al musicista.

Fonte: Da Vinci Experience

Dopo il successo ottenuto a Santiago del Cile, con più di ottantamila visitatori, e prima ancora a Lima, la mostra itinerante Da Vinci Experience farà tappa a Bogotà fino al 7 novembre. Un viaggio attraverso alcune delle principali città del Sudamerica voluto da Enel, che a 500 anni dalla morte di Leonardo (avvenuta il 2 maggio 1519) ha voluto ricordalo nelle città in cui il gruppo è presente.

Lasciata la capitale colombiana la Da Vinci Experience proseguirà alla volta di San Paolo, inaugurazione il 24 gennaio 2020, per poi spostarsi ancora per le ultime due tappe: Rio de Janeiro e Buenos Aires.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Uber JUMP: come noleggiare le biciclette elettriche