• GreenStyle
  • Pets
  • Il cuore del cane batte in sintonia con il proprietario

Il cuore del cane batte in sintonia con il proprietario

Il cuore del cane batte in sintonia con il proprietario

Cane e proprietario riescono a sincronizzare il loro battito cardiaco, seguendo un ritmo molto affine: è quanto svela una ricerca condotta in Australia.

Il forte legame tra cane e proprietario non è una questione che desta troppe sorprese: l’amico a quattro zampe, infatti, è nel regno animale uno dei rappresentanti più fedeli. Non a caso, spesso il quadrupede sincronizza le proprie abitudini con quelle del compagno umano, che percepisce come un vero e proprio capobranco. Una nuova ricerca scientifica, però, svela molto di più su questa materia: pare che molti cani, infatti, riescano addirittura a sincronizzare il loro battito con quello della persona con cui sono più affini.

La ricerca è stata condotta in Australia, sulla base di una sponsorizzazione da parte di un noto marchio di cibo per animali. I ricercatori hanno dotato tre diversi cani di un monitor per il battito cardiaco, quindi hanno condotto alcuni test: hanno misurato la frequenza quando l’animale è stato separato dal suo proprietario e, successivamente, al rincontro con lo stesso. Il risultato è stato sorprendente: sebbene le velocità dei battiti fra uomo e cane siano diverse, data anche la differente costituzione fisica, quando il quadrupede si trova con il suo proprietario in qualche modo il ritmo si sincronizza, seguendo lo stesso partner. In altre parole, il cane dimostra molti più battiti al minuto rispetto all’uomo, ma entrambi seguono lo stesso ritmo.

Così ha spiegato Mia Cobb, ricercatrice presso l’Università Monash di Melbourne:

Sono rimasta stupita di quanto fossero simili. Il fatto che condividessero lo stesso partner mi ha sorpreso.

Non è però tutto, poiché pare che questo effetto sia reciproco, ovvero che la vicinanza del cane permetta all’uomo di raggiungere una frequenza cardiaca più calma e salutare. Per questo ora si progetta di studiare ulteriormente il fenomeno, per vagliare la possibilità di effetti benefici della presenza di un cane per pazienti con blandi disturbi cardiovascolari. Il progetto, ribattezzato “Heart Aligned Project”, proseguirà quindi nei prossimi mesi.

Seguici anche sui canali social