• GreenStyle
  • Consumi
  • Cuccioli gratis via Internet: attenzione alla truffa dei cani di Natale

Cuccioli gratis via Internet: attenzione alla truffa dei cani di Natale

Cuccioli gratis via Internet: attenzione alla truffa dei cani di Natale

Truffa dei cani di Natale, l'allarme arriva dall'AIDAA. Annunci gratuiti per cani di razza si rivelano in realtà raggiri con perdite per i truffati fino a 3000 euro

Una truffa di Natale anche per chi vuole prendere un nuovo cane. L’allarme arriva da AIDAA, che mette in guardia gli aspiranti padroni sui presunti cuccioli, anche di razza, offerti gratis sulla rete. Diversi siti contengono annunci in cui vengono promessi in regalo questi animali, giustificando l’assenza di prezzo con necessità varie (problemi economici, numero eccessivo di animali domestici o altre difficoltà), salvo poi rivelarsi solo trappole per sottrarre più denaro possibile ai truffati.

Il meccanismo della truffa è semplice e purtroppo sembra redditizio: chi risponde all’annuncio su internet si vede chiedere inizialmente una piccola somma, circa 150 euro, per il trasporto del cane. Una cifra spesso molto inferiore al prezzo che un cucciolo di razza avrebbe se acquistato regolarmente, spesso superiore anche 500 euro. Segue un ulteriore messaggio, di solito l’intera comunicazione avviene esclusivamente per email, in cui si iniziano a chiedere altri soldi per documenti e lascia passare vari.

Una procedura del genere può portare nelle casse dei truffatori dai 400 ai 3000 euro, a seconda di quanto prima il raggirato comprenda che il cane che sta tentando di far arrivare non esista nemmeno. Quello dei truffati è un numero purtroppo ancora alto, come confermato da Lorenzo Croce, presidente di AIDAA:

Le segnalazioni della truffa che abbiamo voluto chiamare dei cani di Natale sono in aumento e per questo abbiamo deciso di denunciare il pericolo ed allo stesso tempo di mettere a disposizione il nostro telefono arancione che rimane aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20 per poter dare consigli a coloro i quali pensano di poter finire o di essere finiti in questa truffa abbiamo anche messo a punto alcune piccole regole per scoprire la truffa e non cascarci anche se purtroppo sono ancora tanti quelli che ci cascano.


Da parte dell’AIDAA arriva anche una piccola lista di consigli utili per riconoscere subito il raggiro ed evitare di essere derubati:

  • Richiedere i dati del libretto veterinario corredati con la foto del cane e in caso di presenza di microchip chiederne il numero per effettuare le opportune verifiche;
  • In caso di arrivo del cucciolo dall’estero chiedere copia del suo passaporto internazionale, necessario per circolare all’interno dell’UE;
  • Qualora ravvisaste irregolarità in qualcuno di questi aspetti o notaste qualcosa di sospetto durante le comunicazioni è bene avvisare la Polizia Postale, ad esempio nel caso che si ricevano in risposta email scritte in un italiano approssimativo, frutto probabilmente di traduzioni effettuate via computer per diffondere maggiormente la truffa.

A disposizione per eventuali segnalazioni o richieste di chiarimento anche il numero AIDAA 392 6552051. In ultimo una cosa che non ci stancheremo mai di ripetere: di razza o meno, ogni cucciolo può dare tanto amore e compagnia al proprio padrone; prima di rispondere a questi annunci, veri o fasulli che siano, un bel giretto al canile può essere sempre una buona decisione.

Seguici anche sui canali social