Cuccioli ed educazione: gli errori più comuni

Cuccioli ed educazione: gli errori più comuni

Fonte immagine: Pixabay

Quando si educa un cucciolo è importante non cedere a vizi e ad atteggiamenti permissivi: ecco gli errori più comuni e frequenti.

L’energia e la gioia di un cucciolo di cane possono rivelarsi inebrianti e trascinanti: a un piccolo quadrupede spesso si concede tutto, fino a commettere una serie di errori che possono influenzarne la crescita. Accudirlo e seguirlo in modo corretto è sempre la scelta migliore, senza eccedere con vizi e comportamenti accondiscendenti in modo da favorire un’interazione positiva, sinergica e piena di amore.

Bisogni e guinzaglio

Perché il cucciolo impari a fare i bisogni durante la passeggiata, è importante mostrare un atteggiamento calmo e paziente: la sgambata deve rientrare nella routine quotidiana senza fretta e ansie. Meglio proseguire nella passeggiata appena il piccolo avrà espletato le funzioni fisiologiche, evitando un rientro repentino, ma riempiendolo di lodi ed elogi. Durante il giretto è necessario evitare che tiri al guinzaglio, preferendo una camminata più tranquilla e meno ansiosa: in questo caso potrebbe risultare utile coinvolgere un educatore.

Enfasi e accoglienza

Cucciolo di cane

Se suona il campanello e arrivano ospiti, il proprietario dovrà mostrarsi sereno e tranquillo per non eccitare il cucciolo, evitando di correre verso la porta enfatizzando l’evento e favorendo una reazione eccessiva. Una crocchetta potrebbe distrarlo, come chiuderlo in camera per qualche secondo, ma sempre lasciandolo in compagnia di un osso di gomma da masticare. Fido dovrà imparare a non saltare sugli ospiti, anche solo per mostrare gioia e felicità: potrebbe assimilare il comportamento sbagliato portandolo avanti anche in età adulta. Potrebbe aiutare versare qualche crocchetta per terra, in presenza di amici ed estranei, così da distrarlo evitando slanci e salti.

Denti

I cuccioli esplorano il mondo attraverso i loro denti, mordicchiando con gioia tutto quello che capita a tiro: mani comprese. Un comportamento in apparenza tenero che potrebbe risultare fastidioso in età adulta. Per impedire che prosegua nell’errore basta consegnargli un gioco o qualcosa di goloso da sgranocchiare, così da spostare il suo interesse e rinforzando il gesto con lodi e apprezzamenti.

Cibo e limiti

Cucciolo di cane

Impossibile resistere a due occhi supplicanti che fissano il proprietario quando è seduto a tavola: uno sguardo compassionevole che spesso frutta cibo e avanzi dal piatto. Un atteggiamento che è meglio fermare subito, per impedire che il cane ripeta per sempre l’errore. Meglio distrarlo consegnandogli un Kong ripieno di bocconcini, utile a occuparlo per un po’ di tempo. Anche per gli spazi casalinghi è necessario imporre regole e divieti così da moderare l’eccitazione di un cagnolino che salta su divani e letti rischiando di farsi male: meglio insegnargli regole e comandi magari con il supporto di un educatore canino.

Socializzazione e toelettatura

Fondamentale la socializzazione di un cucciolo in piena salute e correttamente vaccinato, così da favorire la conoscenza con umani e propri simili in modo da aumentare la sicurezza personale e la comunicazione. Anche la toelettatura è una prassi necessaria, da effettuare sia in casa che dall’esperto di fiducia, un percorso a cui giungere gradualmente e con la giusta calma effettuando qualche pratica tra la sicurezza delle mura domestiche.

Regole, apprendimento

Cani

Il cucciolo dovrà imparare a muoversi per casa senza varcare le zone off-limits, magari rimanendo da solo per buona parte della giornata senza abbandonarsi a pianti e lamenti. Non bisogna dimenticare che Fido apprende continuamente e per questo il training deve risultare sempre operativo, meglio se con qualche suggerimento appreso dall’educatore di fiducia che potrà affiancare il proprietario grazie con l’aiuto di un corso mirato.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!