Crema solare per il viso: come scegliere

Crema solare per il viso: come scegliere

Fonte immagine: Istock

Le creme solari sono utili, purchè si sappia cosa scegliere e come usarle: ecco un approfondimento per andare sul sicuro quest'estate.

Crema idratante, crema solare: scegliere bene in estate è fondamentale. Per proteggere la pelle dagli effetti nocivi dei raggi solari, riducendo il rischio di tumori cutanei e di altre patologie dermatologiche, è necessaria una crema solare bio affidabile. L’esposizione alla radiazione UV è l’unica causa nota di tumori cutanei che può essere modificata attraverso l’applicazione di norme corrette. L’adozione di misure in grado di proteggere la pelle da un’eccessiva esposizione al sole o altre fonti di UV è la strategia più efficace per ridurre il rischio di melanoma. Scegliere, però non è semplice. Bisogna partire da un assunto: è necessario prediligere prodotti naturali che non ci facciano correre il rischio di rovinare la pelle. I test sono importanti. Alcune creme solari sono più adatte a pelli secche, altre a pelli grasse: ecco come fare per trovare quella più giusta per noi.

Crema solare per il viso: consigli

 

Crema solare per il viso: consigli
Fonte: Istock

L’Unione Europea definisce prodotti solari “qualsiasi preparato (crema, olio, gel, spray) destinato a essere posto in contatto con la pelle umana, al fine esclusivo o principale di proteggerla dai raggi UV assorbendoli, disperdendoli o mediante rifrazione. Le creme bio sono le migliori perché non hanno al loro interno agenti chimici e conservanti che rischiano, nel lungo periodo, di danneggiare la pelle. Facciamo un po’ di chiarezza, ora, su come fare per scegliere tra la vasta gamma a disposizione sul mercato: il fattore di protezione solare (indicato in etichetta con la dicitura SPF)  indica la capacità del prodotto di filtrare i raggi UVB. Affinché un prodotto possa definirsi “prodotto solare” questo deve garantire anche una protezione sufficiente dai raggi UVA,  pari almeno ad 1/3 dell’SPF dichiarato in etichetta: tali prodotti si riconoscono dall’apposito bollino cerchiato con all’interno la dicitura “UVA” riportato sulla confezione. Il secondo e fondamentale passo, dunque, è il controllo dell’etichetta.

La scelta finale

La scelta del prodotto solare deve essere basata su diversi fattori, fra cui l’età, il tipo di pelle, la durata e l’orario dell’esposizione, la località (altitudine, latitudine, caratteristiche climatiche e ambientali). Per essere sicuri di scegliere la crema giusta è necessario, sulla base delle indicazioni fornite, di fare dei test. Provare il più possibile ci porterà a trovare la crema che aiuterà la nostra pelle a non ammalarsi e che la renderà per certi versi anche più luminosa.

Effetti del sole sulla pelle

Come accennavamo i grandi nemici della nostra pelle sono i raggi UV. Gli UVB stimolano in particolare l’abbronzatura, ma sono anche la prima causa di scottature, mentre gli UVA sono pericolosi perché non provocano dolore e penetrano più in profondità nella pelle, accelerando l’invecchiamento cutaneo e scatenando intolleranze solari, comunemente definite allergie solari, e disturbi pigmentari (melasmi, macchie). La radiazione UVB e UVA può inoltre causare alterazioni del nucleo cellulare, danneggiandone il DNA. Questi danni ripetuti nel tempo portano a conseguenze permanenti, ecco perché la scelta della crema assume un ruolo fondamentale; oltre, infine, a 3 indicazioni che dovreste sempre tenere a mente:

  • Se passate molto tempo al sole, ricordatevi di idratarmi;
  • Cercate di evitare le ore più calde;
  • Se finite per scottarvi, ricordatevi della vostra alleata contro il dolore: l’aloe vera.

 

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle