• GreenStyle
  • Salute
  • Covid-19: gruppo sanguigno non influenza gravità dei sintomi

Covid-19: gruppo sanguigno non influenza gravità dei sintomi

Covid-19: gruppo sanguigno non influenza gravità dei sintomi

Nessuna correlazione tra gruppo sanguigno e possibilità di aggravarsi in caso di contagio da Covid-19, diversa la questione della possibilità di contagio.

Avere o meno un particolare gruppo sanguigno non influisce sulla gravità dei sintomi da Covid-19. Secondo i ricercatori del Massachusetts General Hospital e del Bet Izraiel Medical Center l’aggravarsi delle condizioni dei pazienti non sarebbe legato a tale fattore, che sembrebbe tuttavia associato in qualche modo alla propensione ad ammalarsi.

All’interno dello studio sono stati analizzati i profili clinici di 7648 pazienti affetti da Covid-19. I ricercatori hanno verificato se vi fossero evidenze legate alla possibilità che determinati gruppi sanguigni fossero più esposti al rischio di complicazione. Nello specifico è stata valutata la propensione a necessitare di intubazione o di trattamento in terapia intensiva. Valutato anche il tasso di mortalità dei malati.

Oltre che riguardo l’eventuale aggravarsi dei pazienti, gli studiosi hanno fornito alcune indicazioni anche in relazione alla propensione a contrarre il Coronavirus. Queste le conclusioni a cui sono giunti i ricercatori, indicate sulla rivista Annals of Hematology:

Il gruppo sanguigno non è associato all’aggravamento delle condizioni con conseguente intubazione del paziente o morte, né è associato con livelli più alti degli indicatori infiammatori. I pazienti con gruppo sanguigno B e AB che sono stati testati sono risultati più facilmente positivi rispetto a quelli con fattore Rh+, e il gruppo O è stato quello meno frequentemente positivo.

Mascherine Covid-19 globo
Fonte: Foto di Frauke Riether da Pixabay

Covid-19 e obesità, i rischi

Uno studio pubblicato in questi giorni ha puntato l’indice contro l’obesità e il sovrappeso. Secondo i ricercatori dell’Università di Bologna anche gli obesi di grado “lieve” sono a maggiore rischio rispetto a chi è normopeso. La ricerca “How important is obesity as a risk factor for respiratory failure, intensive care admission and death in hospitalised COVID-19 patients?” è stata pubblicata sulla rivista European Journal of Endocrinology.

Fonte: Annals of Hematology

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio