Covid-19, colpite 44 tribù indios in Brasile

Covid-19, colpite 44 tribù indios in Brasile

Fonte immagine: iStock

Colpite duramente dal Covid-19 le comunità indios in Brasile, 44 le tribù contagiate dal nuovo Coronavirus: oltre 100 morti secondo le associazioni.

Il Covid-19 sta colpendo duramente anche le comunità indios in Brasile. A distanza di 69 giorni dalla dichiarazione di pandemia per il nuovo Coronavirus sono 44 le tribù colpite dalla patologia virale. Dati raccolti dal Comitato nazionale per la vita e la memoria indigene e diffusi dall’Articolazione delle popolazioni indigene del Brasile (ApiB).

Secondo i dati del Comitato nazionale per la vita e la memoria indigene tra gli indios brasiliani risultano 610 infetti e 103 morti legati al Coronavirus. Differente il bilancio diffuso dalla Segreteria speciale per la salute indigena, il cui bollettino epidemiologico riporta 402 contagi confermati e 23 decessi.

È Amazonas lo Stato che conta il maggior numero di morti per Covid-19, secondo le indicazioni fornite dall’ApiB. Sono 78 i decessi segnalati in quest’area secondo l’Articolazione delle popolazioni indigene del Brasile.

In tema Covid-19 è delle ultime ore la notizia sulla costituzione di una task force internazionale. La squadra di esperti indagherà il legame tra Coronavirus e inquinamento atmosferico. Il progetto è stato promosso dalla SIMA, la Società Italiana di Medicina Ambientale.

Sempre di questi giorni è l’allerta mascherine anti Covid-19 e possibili problemi per gli occhi. Secondo l’esperto Roberto Vinciguerra un errato posizionamento del DPI può portare a diverse conseguenze per la persona, incluse forme di congiuntivite batterica.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)