Covid-19, chi fuma è più a rischio

Covid-19, chi fuma è più a rischio

Fumare espone a un maggiore rischio di Covid-19 secondo uno studio condotto dai ricercatori dell'Imperial College London e del King's College London.

Fumare aumenta il rischio di ammalarsi di Covid-19. A sostenerlo uno studio pubblicato da un gruppo di ricercatori dell’Imperial College London e del King’s College London. I dati sono stati ricavati dall’applicazione “COVID Symptom Study” realizzata dalla Zoe.

Al contrario di quanto affermato in studi precedenti, fumare non proteggerebbe dal Coronavirus. Secondo i ricercatori i precedenti lavori avrebbero sottostimato il numero di fumatori colpiti da Covid-19. Il motivo sarebbe da ricondurre al fatto che spesso, in fase di ammissione ospedaliera, tali informazioni non vengano rilevate.

Secondo gli studiosi i fumatori sono più a rischio contagio del 14% rispetto a chi non fuma. Maggiore del 50% la probabilità di manifestare sintomi meno comuni. Più del doppio è il pericolo di avere bisogno di cure ospedaliere.

Sono stati circa 3,6 milioni i cittadini britannici che hanno scaricato l’app. Al primo avvio ciascuno ha compilato campi relativi a luogo di residenza, età, peso, altezza, ma anche fumo e malattie. Ognuno ha dovuto riportare regolarmente eventuali sintomi o il risultato di un test se vi era stato sottoposto.

Stando ai dati risulta un rischio del 14% in più, per i fumatori, di manifestare i sintomi classici (tosse secca e febbre). Percentuale che sale al 29% considerando un numero di almeno 5 sintomi, al 50% in caso di un minimo di 10 sintomi.

Sintomatologia che potrebbe comprendere anche: dolore addominale o muscolare, dolore al petto, affaticamento, perdita del gusto, delirio, diarrea, perdita di appetito, gola infiammata e voce rauca. Pur con alcune piccole correzioni nei dati in seguito all’esito di alcuni test sui soggetti inclusi nello studio, i ricercatori hanno concluso:

I nostri risultati forniscono prove interessanti di un’associazione tra fumatori e rischio individuale da Covid-19, incluso il carico di sintomi e il rischio di ospedalizzazione.

Fonte: medRxiv

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)