• GreenStyle
  • Salute
  • Coronavirus, vapore delle sigarette elettroniche trasmette il virus?

Coronavirus, vapore delle sigarette elettroniche trasmette il virus?

Coronavirus, vapore delle sigarette elettroniche trasmette il virus?

Fonte immagine: amesy / iStock

Dubbi sulla possibilità di trasmissione del Coronavirus attraverso i liquidi delle sigarette elettroniche, le risposte degli esperti.

Tra le molte domande che girano in merito alle modalità di trasmissione del Coronavirus, ve ne solo anche alcune non strettamente legate a potenziali vettori “tradizionali”. Rientrano in questa sorta di definizione anche le sigarette elettroniche, le cui emissioni di vapore hanno sollevato diversi interrogativi in materia di Covid-19.

Diversi utilizzatori e non hanno contattato le associazioni di settore per chiedere spiegazioni in merito alla trasmissibilità del Coronavirus attraverso il vapore emesso dalle sigarette elettroniche. Al momento gli studi sembrerebbero escludere tale possibilità, almeno in senso stretto. Resta possibile ad alcune specifiche condizioni, come sottolineato dal Dott. Fabio Beatrice, direttore del Centro antifumo dell’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino.

Secondo l’esperto le varie ricerche pubblicate finora concordano nel fatto che la trasmissione del Coronavirus avviene perlopiù attraverso goccioline provenienti da tosse, starnuto o dal parlato delle persone infette, mentre più rari i casi di contagio da contatto con superfici infette.

Intervenendo più nello specifico sull’emissione del vapore delle sigarette elettroniche e sulla sua espulsione dal cavo orale degli svapatori, il Dott. Beatrice ha spiegato che soltanto una minima e trascurabile parte di saliva accompagna la fuoriuscita di vapore durante lo svapo, che altresì composto dai residui dei liquidi delle e-cig (principallmente vapore acqueo, glicerina, glicole propilenico, sostanze aromatizzanti).

L’eventuale pericolosità del vapore emesso durante lo svapo è legata alla possibilità che durante l’espulsione del vapore la persona infetta tossisca o stranutisca, aggiungendo quindi agenti virali alle altre sostanze emesse.

Fonte: Il Messaggero

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio