Coronavirus: le tipologie di mascherine idonee

Coronavirus: le tipologie di mascherine idonee

Fonte immagine: Pixabay

La diffusione del coronavirus sta rendendo evidente la necessità di usare mascherine di protezione, ma non tutte sono idonee: ecco quali usare.

Con la sempre maggiore diffusione del nuovo coronavirus 2019-nCoV, anche gli italiani hanno dovuto familiarizzare con le mascherine: un importantissimo presidio di sicurezza che, se impiegato correttamente, può ridurre sensibilmente le possibilità di contagio. Mentre in alcuni Paesi l’uso di questi strumenti era già molto diffuso prima della stessa apparizione del COVID-19 – si pensi a Cina e Giappone, dove vengono regolarmente utilizzate sia per evitare infezioni che per proteggersi dall’inquinamento – in Europa non vi è mai stata una grande domanda da parte di privati cittadini. Ora sono invece entrate nella quotidianità di ognuno, ma è necessario prestare attenzione: non tutte sono idonee come protezione dal coronavirus.

Sul mercato sono normalmente disponibili le più svariate tipologie di mascherine, tuttavia oggi l’acquisto potrebbe risultare difficile, poiché le scorte tendono a esaurirsi facilmente. Di seguito, qualche informazione utile.

Classiche mascherine chirurgiche

Mascherine chirurgiche

Le mascherine chirurgiche sono normalmente molto diffuse in ambito medico e ospedaliero. Realizzate in tessuto o in carta sottoposta a speciali processi produttivi, si tratta delle classiche mascherine – spesso di colore verde – che si è soliti vedere sul volto di medici, chirurgi, odontoiatri e via dicendo.

Questa soluzione nasce a scopo igienico, per trattenere le goccioline di saliva o di altre secrezioni che vengono emesse dal naso e dalla bocca durante la respirazione. Il loro obiettivo è quello di fungere da barriera di base contro il trasferimento di queste goccioline sugli altri.

Protezione Low Cost

Mascherine Usa e getta 50 Pezzi

Mascherine usa e getta, per evitare di contagiare gli altri

Mascherine realizzate in 3 strati di tessuto non tessuto di alta qualità, filtrante e traspiranti

Poiché non aderiscono perfettamente al volto, lasciando spazi aperti ai lati, non possono essere considerate un presidio sufficiente per prevenire il contagio da coronavirus, non almeno in ambito ospedaliero, dove si tende a far ricorso ad altre proposte filtranti. Allo stesso modo, possono però rappresentare uno strumento di protezione in più per chi non è direttamente a contatto con malati: una misura igienica che il privato può adottare nelle sue attività quotidiane, come fare la spesa. Possono essere utili anche per chi avvertisse sintomi sospetti e fosse in attesa di una verifica diagnostica: potrebbero ridurre le possibilità di contagio di persone vicine come amici e parenti.

Le mascherine di carta sono monouso, mentre quelle di tessuto possono essere sterilizzate e lavate per utilizzi continuativo nel tempo. Nelle ultime settimane sono inoltre apparse sul mercato delle mascherine trattate con sostanze idrorepellenti, per evitare che lo strumento si impregni di saliva.

Pacco da 100

Mascherine Usa e Getta 100 pezzi

Mascherine usa e getta, per evitare di contagiare gli altri

DPI Usae Getta, a 3 Strati adatto a ospedali, negozi e dove è richiesta la protezione delle vie respiratorie

9,87 € su Amazon
10,99 € risparmi 1 €

Mascherine filtranti

Mascherina filtrante

Le uniche mascherine considerate effettivamente protettive dal rischio di contagio da coronavirus sono le cosiddette tipologie filtranti. Realizzate in materiale morbido oppure rigido, prevedono degli apposite valvole che contengono dei filtri capaci di trattenere delle particelle di minuscole dimensioni. Proprio trattenendo il virus, impediscono che abbia accesso alle mucose di bocca e naso tramite la respirazione. Inoltre sono progettate affinché possano aderire perfettamente al volto, evitando di lasciare spazi aperti a lato, dove il virus potrebbe trovare accesso. Per completezza, si ricorda come il coronavirus 2019-nCoV non si diffonda per via aerea, bensì con le goccioline di saliva – dette droplet – che vengono emesse involontariamente quando si respira o si parla, ma anche starnutendo e tossendo. Per questo, oltre alle mascherine è utile mantenere la distanza di sicurezza di un metro dagli altri.

Certificate FFP2

Safety KN95 FFP2 (Pacco da 20)

Un buon prodotto di fascia intermedia, per protezione personale e altrui

Safety KN95 FFP2/PM2.5, adatto per molte occasioni, adulti uomini e donne Protezione personale, pacco da 20

Per il coronavirus, sono principalmente due le categorie di mascherine filtranti ritenute idonee:

  • Mascherine FFP2: sono state ideate per catturare il 94% delle particelle dannose presenti nell’aria, compresi inquinanti e germi di dimensioni fino a 0.6 μm;
  • Mascherine FFP3: pensate per trattenere il 99% delle particelle dannose nell’aria, sempre di dimensioni fino a 0.6 μm;
  • Mascherine N95 o N99: si tratta della classificazione statunitense per le sopracitate mascherine filtranti, ovvero l’equivalente delle FFP2 e delle FFP3.

Allo scopo di limitare le chances di contagio da COVID-19 in situazioni a elevato rischio, è consigliato il ricorso a mascherine FPP3.

Il Non Plus Ultra

3M FFP3 KN95 con valvola (3 Pezzi)

3M è garanzia di qualità per una protezione massima

3M Serie 9334CV+ FFP3 KN95 PM2.5 (3 Pezzi) con valvola di respirazione

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)