Coronavirus, prevista seconda ondata in 10 Paesi

Coronavirus, prevista seconda ondata in 10 Paesi

Dieci Paesi colpiti dal Coronavirus sono a rischio seconda ondata secondo uno studio UK: i ricercatori indicano anche il livello di rischio per l'Italia.

In 10 Paesi è attesa la seconda ondata di Coronavirus. A sostenerlo è uno studio condotto dalla Blavatnik School of GovernmentOxford University. I ricercatori hanno preso in esame diversi fattori, tra i quali l’indice di rigore sul distanziamento (parametro messo a punto dai ricercatori inglesi) e l’andamento dei casi di Covid-19. Tra le nazioni valutate figura anche l’Italia, per la quale le notizie sembrerebbero cautamente positive.

Nell’analisi è stato valutando l’andamento del Coronavirus nei 45 Paesi più colpiti da Covid-19, ovvero quelli con oltre 25mila casi. Secondo lo studio britannico 21 nazioni hanno allentato le misure di distanziamento dopo la fine della fase acuta. In tali Stati si è passati a un indice di rigore inferiore a 70. Di queste però 10 sembrerebbero andare verso una seconda ondata. Si tratta ad esempio di Germania, Stati Uniti, Arabia Saudita, Iran e Svizzera.

Nello specifico la Germania risulta passata da un indice di rigore di 73 a 50. Questo “rilassamento” della misure si scontra con un tasso di riproduzione dei contagi ancora a 2,88. L’Italia e la Spagna figurano invece tra quei Paesi che hanno allentato le misure di distanziamento, ma vedono comunque diminuire il numero di casi di Covid-19. Una seconda ondata non è esclusa al 100%, spiegano gli esperti britannici, ma la situazione attuale risulta migliore ad esempio di quella tedesca.

Coronavirus, la situazione Sud America

Sette nazioni tra quelle maggiormente colpite si trovano ancora in lockdown. L’indice di rigore assegnato dai ricercatori di Oxford oscilla tra 70 e 80. Incluso il Brasile, che malgrado il negazionismo di Bolsonaro vede diversi Stati applicare in autonomia misure fortemente restrittive. Forte preoccupazione per Argentina, Bolivia e Colombia, ancora nelle primissime fasi della pandemia di Coronavirus: lockdown, ma numero di contagi ancora in rapido aumento.

Fonte: Adnkronos

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)