Coronavirus: perdita gusto e olfatto sarà permanente?

Coronavirus: perdita gusto e olfatto sarà permanente?

Fonte immagine: Istock

Tra i possibili sintomi della COVID-19 figurano anche la perdita dell’olfatto e del gusto: sono permanenti? Cerchiamo di fare chiarezza.

La British Association of Otorhinolaryngology (ENT UK) ha fatto sapere che i pazienti asintomatici – quelli che non hanno né febbre né tosse – potrebbero mostrare una perdita dell’olfatto o del gusto e che questi sarebbero quindi sintomi del contagio da coronavirus. Il dato non è ancora stato confermato.   A sostenere questa teoria è principalmente Hendrik Streeck, virologo di Bonn che sta coordinando le indagini nell’area di Heinsberg, la cittadina del Land Nordreno-Vestfalia dove per ora è concentrata l’epidemia in Germania.

Massimo Galli, invece, infettivologo dell’Università degli Studi di Milano e primario di Malattie infettive dell’Ospedale Sacco, nel confermare la teoria del suo collega ha però aggiunto:

Non sono ancora disponibili dati di osservazione scientifica su questo aspetto, sto parlando di osservazioni personali e del mio team. La perdita di gusto e olfatto può comparire anche in altre infezioni delle vie respiratorie, ma nella Covid-19 sembrerebbe più frequente e grave.

Anche il dottor Angelo Marzano, dermatologo presso il Policlinico di Milano, qualche giorno fa all’Adnkronos ha raccontato di aver riscontrato su se stesso, malato di Covid-19, mancanza di percezione olfattiva. Risultato positivo al coronavirus, il dottor Marzano, anche dopo due settimane dalla guarigione dichiarava di non aver ancora recuperato del tutto gusto e olfatto. Nel suo caso, tuttavia, non si è trattato di una perdita totale ma di una riduzione dei due sensi. Non è ancora chiaro se la perdita sia permanente e se sia propria a tutti i pazienti. Non esistono ancora dati a supporto, bisognerà attendere ulteriori studi in materia.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: decima lezione