• GreenStyle
  • Salute
  • Coronavirus: pazienti contagiosi anche prima dei sintomi più evidenti

Coronavirus: pazienti contagiosi anche prima dei sintomi più evidenti

Coronavirus: pazienti contagiosi anche prima dei sintomi più evidenti

Nuovo studio tedesco sul Coronavirus afferma che la contagiosità inizia prima della sintomatologia più evidente e prosegue dopo la diagnosi di guarigione.

I malati affetti da Coronavirus sarebbero contagiosi anche prima di mostrare i sintomi più evidenti. A sostenerlo è uno studio tedesco, secondo il quella contagiosità risulterebbe presente anche in alcuni pazienti dichiarati guariti. Lo studio è stato condotto dai ricercatori del Bundeswehr Institute of Microbiology di Monaco su 9 pazienti affetti da COVID-19.

Sostengono i ricercatori tedeschi che la contagiosità dei malati di Coronavirus sarebbe elevata anche in presenza di sintomi “minori” quali stanchezza o tosse. Secondo quanto riferito dagli studiosi, il picco della capacità di contagiare gli altri arriverebbe nei pazienti che sono sintomatici da almeno quattro giorni.

In coloro che mostrano i sintomi più lievi e non si aggravano la contagiosità tenderebbe a diminuire drasticamente in circa 10 giorni, mentre tutt’altro discorso quello valido per chi arriva a mostrare i primi indicatori di polmonite. In questo caso il picco arriverebbe proprio tra i 10 e gli 11 giorni. Hanno affermato i ricercatori:

La diffusione dell’RNA del virus attraverso l’espettorato supera la fine dei sintomi. COVID-19 può apparire come una infezione leggera del tratto respiratorio superiore.

Resta tuttavia da sottolineare che lo studio è stato diffuso online dai ricercatori, prima che fosse pubblicato su una rivista scientifica e quindi sottoposto a revisione da parte di esperti non coinvolti nella ricerca.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)