Coronavirus, parte la mobilitazione per riaprire gli orti

Coronavirus, parte la mobilitazione per riaprire gli orti

Fonte immagine: Pexels

Le limitazioni agli spostamenti dovute al coronavirus stanno minacciando la manutenzione degli orti: scatta una mobilitazione online.

Ai tempi del coronavirus per molti coltivare un orto è diventata un’attività impossibile. Per chi non può disporre di uno spazio coltivato in balcone o all’interno del giardino della propria abitazione, ma si avvale di terreni mediamente distanti, la coltivazione è inibita a causa delle limitazioni imposte sugli spostamenti. E ora parte la petizione, per richiedere una finestra d’azione affinché i raccolti non vengano sprecati.

L’iniziativa è stata lanciata da Matteo Cereda, responsabile della sito e della community Orto Da Coltivare: un portale che fornisce utili informazioni per tutti gli appassionati della coltivazione. Molte persone si trovano impossibilitate a raggiungere i loro appezzamenti, poiché distanti dalle abitazioni oppure ospitati in terreni di proprietà altrui, e ciò ne starebbe bloccando le operazioni di cura e manutenzione:

La mia richiesta riguarda la possibilità di coltivare un orto anche per chi ha un terreno in proprietà o in usufrutto distante qualche chilometro dalla propria abitazione. […] Condivido l’importanza di serie misure anti contagio, che inevitabilmente chiedono dei sacrifici a ciascuno e mi sento grato a chi affronta responsabilità di governo in questo periodo. Chiedo però alle autorità di valutare la possibilità di aprire uno spiraglio per chi coltiva.

L’obiettivo è quello di ottenere un permesso agli spostamenti, dimostrando di essere gestori di un piccolo orto e garantendo le ovvie misure di sicurezza, come la presenza sull’appezzamento in questione di una persona alla volta e l’eventuale utilizzo di presidi di sicurezza. L’orto è infatti per molti un’irrinunciabile integrazione al bilancio della famiglia:

Orti e piccoli frutteti sono importanti per molte persone e per questo andrebbero tutelati. La piccola agricoltura famigliare per autoconsumo rappresenta per molte persone un’integrazione importante al bilancio famigliare. A maggior ragione in questo drammatico momento in cui tanti non sono in condizione di lavorare. Penso anche all’importanza che rivestono in molte zone piccoli oliveti e vigne. […] Molte persone coltivano un orto non è adiacente alla propria abitazione.Sono spostamenti molto brevi, visto che la terra richiede una cura quasi quotidiana, ma che oggi non è possibile compiere. La motivazione di coltivare l’orto non è presente tra quelle stabilite dal decreto, per cui si presume sia vietato spostarsi per farlo.

Fonte: Orto Da Coltivare

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio