Coronavirus: modello matematico ne prevederà la diffusione

Coronavirus: modello matematico ne prevederà la diffusione

Fonte immagine: Foto di leo2014 da Pixabay

Un modello matematico contribuirà ad arginare la diffusione del Coronavirus, a elaborarlo un gruppo di scienziati italiani.

Un modello matematico per prevedere e controllare la diffusione del Coronavirus. Una possibile arma in più contro COVID-19 e SARS-CoV-2 arriva da alcuni ricercatori italiani, che potrebbe permettere, se applicato, di arginare l’epidemia alleggerendo il peso che grava sugli ospedali di diverse Regioni d’Italia.

Il team di Italiani al lavoro sul modello

Modello matematico messo a punto da Enrico Bucci (docente di Biologia presso la Temple University di Philadelphia), in collaborazione con Enzo Marinari (Professore Ordinario di Fisica Teorica dell’Università La Sapienza di Roma) e Giorgio Parisi (Presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei). Grazie a tale strumento si potranno prevedere i contagi da Coronavirus anche in quelle Regioni ancora poco toccate dall’epidemia.

L’obiettivo del modello matematico

Nelle dichiarazioni rilasciate ad Agenda Podcast interloquendo con Marco Perduca (Presidente di Science for Democracy), Enrico Bucci (membro anche dell’Associazione Luca Coscioni, per la difesa della libertà di ricerca scientifica) ha dichiarato:

In tutte le Regioni italiane la situazione è la stessa. È solo una questione di tempo. Impostare la prevenzione sul metodo scientifico consente di prevedere e capire in anticipo le fasi del contagio, in modo da poter agire in maniera immediata sull’organizzazione ospedaliera della regione interessata e di quelle adiacenti, evitando il più possibile il collasso delle terapie intensive e degli ospedali italiani.

Il Piemonte grazie a questo modello ha osservato cosa era previsto per la sua regione e ha conseguentemente adottato delle misure, grazie alle quali ha potuto fronteggiare in maniera efficace i primi giorni di salita dell’epidemia nei suoi ospedali.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)