• GreenStyle
  • Salute
  • Coronavirus: le attività all’aperto consentite dal 4 maggio

Coronavirus: le attività all’aperto consentite dal 4 maggio

Coronavirus: le attività all’aperto consentite dal 4 maggio

Dal 4 maggio inizieranno ad allentarsi le misure anti-Coronavirus in Italia, ecco le indicazioni fornite dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Come annunciato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte l’Italia si avvia a entrare nella cosiddetta Fase 2. Le misure di contenimento della diffusione del Coronavirus verranno gradualmente allenate, allo scopo di far ripartire il Paese e di consentire alle persone di riappropriarsi di alcuni momenti importanti della vita di tutti i giorni. Incluse le attività all’aperto, finora fortemente limitate per evitare un nuovo picco di contagi.

L’allentamento delle misure di contenimento del Coronavirus inizierà il 4 maggio 2020. Si dovrà accompagnare però, ha ribadito in più occasione il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, alla più stretta osservanza delle disposizioni in materia di distanziamento sociale e di buonsenso. Il rischio di una nuova ondata è ancora presente, a maggior ragione se non verranno osservate alcune accortezze.

Attività all’aperto

Si potrà tornare a fare attività fisica all’aperto anche allontanandosi, entro certi limiti, dalla propria abitazione. Spazio quindi alle passeggiate anche non in prossimità della residenza, purché da soli o con un limitato numero di persone, prestando sempre attenzione al distanziamento sociale (almeno un metro) ed evitando assembramenti. Discorso simile per quanto riguarda la corsa, per la quale dovrà essere mantenuta una distanza interpersonale di almeno 2 metri.

Riapriranno parchi, ville e giardini, laddove consentito dai Comuni, purché il numero degli ingressi venga contingentato e si imponga l’obbligo delle mascherine protettive e del distanziamento sociale. Potranno ripartire anche gli allenamenti degli atleti professionisti, purché nel rispetto di una serie di normative e indicazioni specifiche fornite dal Ministero per le Politiche giovanili e lo Sport.

Altre indicazioni generali

Dal 4 maggio si tornerà anche a poter uscire per far visita ai parenti, purché si evitino assembramenti, si rispetti la distanza di almeno un metro e si indossino le mascherine protettive. Sì anche alle messe funebri, con la sola partecipazione dei parenti, mentre per le altre funzioni religiose sarà necessario attendere ancora qualche settimana.

Bar e ristoranti potranno ricominciare a vendere i propri pasti anche da asporto, non più soltanto tramite la consegna a domicilio. Si potrà entrare solo singolarmente all’interno del bar o del ristorante, rispettando all’esterno le misure di distanziamento sociale.

Confermato per il momento il divieto di spostarsi tra le diverse Regioni, mentre verranno introdotte misure più stringenti per i sintomatici: chi sviluppa febbre a 37,5 gradi o più con tosse sarà obbligato, non più “invitato”, a rimanere in casa e a contattare il proprio medico curante.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio