Coronavirus: gli stabilimenti Armani produrranno camici per gli ospedali

Coronavirus: gli stabilimenti Armani produrranno camici per gli ospedali

Fonte immagine: Istock

Il colosso Armani cambia veste: tutti gli stabilimenti saranno destinati alla produzione di indumenti di protezione individuale degli operatori sanitari.

Aiuti concreti per la lotta contro il Covid-19: anche la moda si converte. Il colosso dell’haute couture Giorgio Armani ha annunciato il reindirizzamento degli stabilimenti italiani nella produzione di camici monouso destinati alla protezione individuale degli operatori sanitari impegnati a fronteggiare il Coronavirus. I siti produttivi interessati dall’integrale riconversione sarebbero quattro: Trento, Carré, Matelica e Settimo.

Non è tutto: Giorgio Armani, a seguito dell’iniziale contributo stanziato a favore della Protezione Civile e degli ospedali Luigi Sacco, San Raffaele, Istituto dei Tumori di Milano e dello Spallanzani di Roma, ha fatto una donazione anche all’ospedale di Bergamo, a quello di Piacenza e a quello della Versilia, arrivando così ad una quota complessiva di 2 milioni di euro.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)