Coronavirus fa calare lo smog a Milano, Roma e Bergamo

Coronavirus fa calare lo smog a Milano, Roma e Bergamo

Biossido di azoto in calo in alcune grandi città come Milano e Roma, ad analizzare la situazione l'Agenzia Europea per l'Ambiente.

Le misure per il contenimento del Coronavirus stanno portando alcuni miglioramenti per quanto riguarda la qualità dell’aria in alcune grandi città italiane. A cominciare da Milano e Roma, dove i livelli di biossido di azoto sono crollati dopo lo stop alla circolazione di massa dei veicoli. Effetto positivo riscontrato anche a Bergamo, tra le aree d’Italia più colpite dall’epidemia.

I dati sono stati forniti dall’Agenzia Europea per l’Ambiente, che ha analizzato gli effetti del Coronavirus nel Vecchio Continente. Tra le informazioni diffuse dall’agenzia quella relativa all’inquinamento atmosferico. A cominciare da quello relativo al calo delle emissioni di NO2 (biossido di azoto), associato in particolare alle vetture spinte da motori diesel.

Per quanto riguarda nello specifico Milano le concentrazioni di NO2 si sono ridotte del 24% nelle ultime quattro settimane. Confrontando il dato del periodo compreso tra il 16 e il 22 marzo con lo stesso arco temporale del 2019 la riduzione è stata del 21%.

Sempre confrontando la settimana dal 16 al 22 marzo 2020 con lo stesso periodo 2019 si può notare come a Roma i livelli di biossido di azoto si siano ridotti di una percentuale compresa tra il 26 e il 35%. A Bergamo il calo rispetto allo scorso anno è stato del 47%.

Un netto calo delle concentrazioni di NO2 sta riguardando anche la Penisola Iberica. Città come Barcellona, Madrid e Lisbona hanno registrato riduzioni comprese tra il 40 e il 51% negli ultimi sette giorni.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio