• GreenStyle
  • Consumi
  • Coronavirus: un disinfettante lo elimina dalle superfici per 90 giorni

Coronavirus: un disinfettante lo elimina dalle superfici per 90 giorni

Coronavirus: un disinfettante lo elimina dalle superfici per 90 giorni

Fonte immagine: Pexels

L'Università di Hong Kong ha sviluppato un nuovo disinfettante in grado di proteggere dal coronavirus le superfici, per ben 90 giorni.

Una nuova tipologia di disinfettante potrebbe rendere del tutto sicure le superfici dalla presenza del coronavirus, eliminandolo per ben 90 giorni. È questo il risultato di uno studio condotto dall’University of Science and Technology di Hong Kong, grazie all’elaborazione di uno speciale microfilm disinfettante che impedisce al virus di sopravvivere.

Chiamato MAP-1, questo disinfettante crea una sorta di invisibile barriera anti-microbo e può essere usato su una lunga serie di materiali, compreso il vetro, il metallo, la plastica, il cuoio e vari tessuti. Grazie alla sua formulazione, rimane a lungo sulle superfici trattate, garantendo una protezione estesa fino a tre mesi dalla prima applicazione.

Per raggiungere questo importante risultato, il disinfettante impiega degli speciali polimeri sensibili al calore, in grado di attivarsi a contatto con elementi caldi – come la pelle delle mani – oppure alle goccioline di saliva. Proprio dato il calore rilevato, questi polimeri iniziano a rilasciare sostanze disinfettanti, garantendo velocemente la piena igienizzazione della superficie.

Stando a quanto riportato dai ricercatori, tutte le sostanze scelte per la produzione del disinfettante sono completamente atossiche, quindi l’uso può essere prolungato nel tempo senza particolari conseguenze per gli individui. La fase di trial ha garantito risultati estremamente positivi e proprio in questi giorni verrà avviata la produzione di massa del prodotto.

Il prodotto verrà distribuito sotto forma di spray e sarà reso disponibile nei negozi di Hong Kong a partire dal mese di maggio, dato il successo della fase di sperimentazione. È anche al vaglio la distribuzione gratuita per le attività più a rischio coronavirus della città, come ad esempio le scuole o le attività commerciali di medio assembramento.

Fonte: CNET

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio