Coronavirus: cosa si può fare e cosa no

Coronavirus: cosa si può fare e cosa no

Fonte immagine: Istock

Un'autocertificazione per tutti gli spostamenti, anche a piedi: cosa succederà adesso? Quali sono le cose che si possono ancora fare?

L’Italia non è solo zona rossa ma è completamente blindata: Giuseppe Conte ha disposto la chiusura di quasi tutti gli esercizi commerciali e norme sempre più restrittive. Per muoversi dalla propria abitazione, sia in macchina che a piedi servirà l’autocertificazione. Per fare un po’ di chiarezza, abbiamo stilato una lista di attività consentite e di divieti da seguire.

Attività consentite dal Dpcm 11 marzo 2020:

  • Si può rientrare presso il proprio domicilio se ci si fosse mossi per altre ragioni;
  • Si possono usare i mezzi di trasporto pubblico, mantenendo sempre la istanza di sicurezza;
  • Si può uscire per recarsi al supermercato, in farmacia, in tabaccheria e in edicola; i negozi saranno sempre riforniti. Non c’è limitazione al transito delle merci;
  • Si può andare ad assistere anziani non autosufficienti, facendo però attenzione a tutte le precauzioni igieniche possibili;
  • Ammessi sport e attività motorie negli spazi aperti, senza assembramenti, mantenendo le dovute distanze di sicurezza e sempre in possesso dell’autocertificazione
  • Si può uscire con il cane, solo per le sue esigenze fisiologiche e per controlli veterinari.

Cosa non è possibile fare (almeno fino al 25 marzo)

  • Non si può uscire di casa se non per validi motivi: per muoversi, sia a piedi che in macchina, serve l’autocertificazione, ma si rischiano pesanti sanzioni qualora si affermassero motivazioni false. Divieto assoluto di uscire per chi è in quarantena o positivo al virus;
  • Non si  può uscire per recarsi da parenti e amici;

Qualora una di queste norme non venisse rispettata si rischierebbe l’arresto fino a 3 mesi o una multa fino a 206 euro (art. 650 codice penale).

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)