Coronavirus: come igienizzare i pacchi ricevuti

Coronavirus: come igienizzare i pacchi ricevuti

Fonte immagine: Gargonia via iStock

Con l'emergenza da coronavirus in corso, è necessario rispettare alcune norme igieniche anche per il ritiro dei pacchi: ecco come igienizzarli.

L’emergenza dovuta al nuovo coronavirus sta convincendo sempre più persone ad affidarsi allo shopping online: la possibilità di ricevere pacchi comodamente a casa permette non solo di ridurre il numero delle uscite quotidiane, ma anche di approfittare di prodotti ormai scarsi nei negozi fisici. Tuttavia, anche questa modalità di approvvigionamento richiede il rispetto di alcune precauzioni di sicurezza: ad esempio, come si igienizzano i pacchi ricevuti?

Sul fronte della prevenzione al COVID-19, in relazione alla consegna di merci da parte dei corrieri, è necessario agire su due fronti: le norme di sicurezza nell’interazione con il fattorino e la disinfezione dei pacchi. Di seguito, qualche consiglio.

Come interagire con il fattorino

Mascherina blu

Come facile intuire, anche l’interazione con il fattorino sull’uscio di casa richiede il rispetto di alcune misure di prevenzione e di sicurezza. Innanzitutto, è necessario rispettare le distanze: tra il cliente e l’addetto alle consegne dovrà esservi sempre almeno un metro, meglio se una misura maggiore. Ancora, sebbene i dipendenti dei corrieri espresso siano dotati di appositi presidi come mascherine e guanti, bisogna evitare il contatto fisico. È buona norma che anche il cliente usi questi presidi, in caso ne avesse disponibilità, per evitare di rappresentare una fonte di contagio per questi lavoratori.

Oltre a queste norme di base, la maggior parte dei corrieri ha adottato misure aggiuntive. Per molti non è più necessario firmare la bolla di consegna, così da garantire le adeguate distanze, mentre altri lasciano il pacco fuori dall’uscio di casa dopo aver suonato il campanello, affinché l’addetto possa allontanarsi prima dell’arrivo del cliente. Infine, tornati all’interno della propria abitazione, serve lavare accuratamente le mani con acqua e sapone.

Come igienizzare i pacchi

Pacchi a terra

Al momento non vi è un preciso accordo nella comunità scientifica sulla precisa durata del coronavirus sulle superfici, poiché entrano in gioco molti fattori. Fra questi il tipo di materiale, l’esposizione alla luce e agli eventi atmosferici, la temperatura e molto altro ancora. In linea di massima, i pacchi ricevuti con i corrieri non sembrano rappresentare una reale fonte di rischio, tuttavia la cautela non è mai troppa.

Raccolto il pacco e trasportato all’interno della propria abitazione, è necessario adagiarlo a terra – quindi non su tavoli o altri mobili – poiché il pavimento è una delle strutture della casa più facili da igienizzare. A questo punto, si può pulire la scatola con un panno lievemente imbevuto di una soluzione idroalcolica almeno al 70%, da lasciare asciugare prima di aprire il pacco. Naturalmente, non ci si deve dimenticare di pulire anche la porzione inferiore, quella a contatto con il pavimento.

A questo punto il pacco può essere aperto e i prodotti estratti, ricordandosi però di non toccare il volto con le mani durante l’operazione. Se i prodotti contenuti sono a loro volta contenuti in scatole più piccole, è utile provvedere a una pulizia singola. Se invece avvolti in pellicole sigillate, è sufficiente eliminarne l’involucro esterno.

Dopo aver riposto i prodotti ricevuti nel luogo preferito all’interno della casa, carta e cartone in eccesso dovranno essere immediatamente inseriti nella raccolta differenziata. Eseguita anche questa operazione, è necessario lavarsi nuovamente le mani con acqua e sapone oppure un gel igienizzante, eliminando quindi eventuali contaminazioni. Utile anche contro il coronavirus l’idea di pulire l’area del pavimento dove è stato adagiato il pacco con un detergente alcolico.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio