Coronavirus: Chiara Ferragni contro i runner

Coronavirus: Chiara Ferragni contro i runner

Fonte immagine: Instagram

Chiara Ferragni si scaglia contro i runner, riprendendo decine di persone in tuta a Parco Sempione e taggando la Regione Lombardia.

Chiara Ferragni si scaglia contro i runner: la nota influencer che raccoglie fondi per la terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele e che ogni giorno organizza flash mob musicali con il marito Fedez, torna a parlare del virus che ha colpito l’Italia:

“Ragazzi noi fuori da City Life continuiamo a vedere tantissima gente che fa jogging e corre anche in più di una persona. È una cosa che adesso è vietata ragazzi, non fatelo! Non è proprio il momento di andare a correre ora”.

Tra le news pubblicate dall’influencer anche una foto di Parco Sempione a Milano che mostra decine di persone in tenuta ginnica, a distanza molto ravvicinata, molti dei quali senza mascherina, l’imprenditrice digitale tagga anche la regione Lombardia: “Hanno rotto le p…. – scrive- dovete multare”.

Intanto in Italia è stretta sulle multe: nel caso degli spostamenti non rientranti tra quelli autorizzati, articolo 650 c.p., ovvero inosservanza di un provvedimento di un’autorità, chi viola le direttive emanate dalla Presidente del Consiglio commette un reato di tipo penale le cui conseguenze sono: una pena fino a 3 mesi di reclusione e l’ammenda da 206 euro per chi non rispetta gli obblighi imposti per far fronte all’emergenza da Coronavirus. L’aspetto principale è l’annotazione nel casellario giudiziario personale, la fedina penale, quindi, può macchiarsi irreparabilmente.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)