Coronavirus alleato della Terra, tesi shock di un gesuita

Coronavirus alleato della Terra, tesi shock di un gesuita

Tesi shock di un Padre gesuita, secondo cui il Coronavirus è da considerare un bene per l'ambiente.

Il Coronavirus sarebbe un alleato della Terra e dell’ambiente. Questa la tesi shock proposta da un gesuita attraverso le pagine di Vatican News, contenuta all’interno di un articolo intitolato “Coronavirus: l’ improbabile alleato della Terra”. Non sono chiaramente mancate le critiche alle parole di Padre Benedict Mayaki, convinto del potere “salvifico” del Covid-19.

Sarebbe forse eufemistico definire quantomeno “audace” tale affermazione, soprattutto in considerazione del fatto che il Coronavirus ha contagiato finora più di 1 milione di persone e portato alla morte di oltre 51mila di loro.

Nel testo Padre Mayaki si è concentrato soprattutto sui “benefici collaterali” derivanti dalla pandemia in atto, come ad esempio la riduzione dell’inquinamento atmosferico in Cina o al miglioramento d alcuni fattori che influiscono sulle condizioni climatiche. Tra i vantaggi elencati anche il ritorno di alcune specie animali nelle città:

….gli uccelli migratori, compresi i cigni, sono stati avvistati attraverso i corsi d’acqua della città.

Le critiche a quanto affermato da hanno portato alla cancellazione dell’articolo, che non risulta più consultabile presso il sito Internet della testata vaticana. La scia polemica delle parole innescata dall’articolo è destinata però a trascinarsi ancora per un po’, rischiando di minare quello che è stato l’impegno ambientalista di parte del mondo ecclesiastico. Incluso Papa Francesco, intervenuto sul tema del rispetto della Terra nell’enciclica “Laudato Si”.

Fonte: Il Giornale

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)