Conto termico: gli incentivi devono aumentare secondo FIPER

Conto termico: gli incentivi devono aumentare secondo FIPER

Per la Federazione Italiana Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili gli incentivi per rinnovabili termiche ed efficienza energetica non sono adeguate.

Aumentare le risorse previste dal nuovo Conto energia per le rinnovabili termiche e l’efficienza energetica. È la richiesta di FIPER, Federazione Italiana Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili, convinta che gli incentivi a disposizione (900 milioni all’anno per i prossimi due anni) siano insufficienti.

Dichiara Walter Righini, presidente dell’associazione:

Sul Conto energia termico ci auspichiamo che il budget allocato, sicuramente oggi insufficiente, sia incrementato dal nuovo Governo nell’ottica di promuovere con efficacia e nel breve periodo gli interventi di efficienza energetica e la promozione delle FER termiche nell’ambito domestico.

>> Leggi tutte le novità del Conto Termico

FIPER, inoltre, ha delle richieste anche per quanto riguarda il meccanismo dei Certificati Bianchi o Titoli di Efficienza Energetica, considerato uno strumento efficace per promuovere il risparmio energetico, ma passibile a sua volta di miglioramenti.

A cominciare, spiega Righini, da una semplificazione dell’iter di riconoscimento dei TEE, dall’armonizzazione del passaggio di consegna della gestione degli stessi dall’AEEG al GSE e dall’avvio rapido del fondo per la realizzazione di reti di teleriscaldamento come previsto dall’articolo 22 del Decreto 28 del 2011.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

MCE 2018: intervista a Gaetano Parisi – Mitsubishi Electric