Condizionatori: nuove classi energetiche dal 2013

Condizionatori: nuove classi energetiche dal 2013

Cambiano le norme sull'etichettatura energetica dei condizionatori: l'UE ha introdotto tre nuove classi energetiche per i modelli più efficienti.

Novità in arrivo in materia di efficienza energetica dei condizionatori e degli elettrodomestici in generale. Il primo gennaio 2013 entrerà in vigore un nuovo sistema di etichettatura energetica per i condizionatori d’aria a condotto singolo e doppio, nonché per i ventilatori.

Le nuove norme, introdotte dal Regolamento della Commissione europea n. 206 del 6 marzo 2012, prevedono una gamma di sette classi energetiche:

  • A+++ (la più virtuosa)
  • A++
  • A+
  • A
  • B
  • C
  • D (quella meno efficiente)

Vengono dunque introdotte tre nuove classi particolarmente virtuose (A+, A++ e A+++) che permetteranno di evidenziare le differenze che contraddistinguono anche gli apparecchi a maggiore efficienza energetica. In questo modo i consumatori potranno avere un’idea immediata e più precisa delle prestazioni del dispositivo che intendono acquistare.

L’obbligo delle nuove etichette scatterà anche per i condizionatori con una potenza refrigerante minore o uguale a 12 kW, ovvero i modelli di piccola taglia usati di solito per climatizzare piccoli appartamenti o singoli ambienti. In questo caso, la classe di efficienza energetica sarà calcolata sulla base sia dei consumi di energia per la modalità raffrescamento che per il riscaldamento invernale.

Oltre a intervenire sull’etichettatura, il Regolamento UE che entrerà in vigore a gennaio 2013 prevede anche dei criteri più restrittivi per quanto riguarda la fabbricazione dei condizionatori. Per poter essere immessi sul mercato, infatti, i dispositivi dovranno rispondere a standard minimi più severi sia in termini di efficienza che di rumorosità, criteri che nel 2014 diventeranno ancora più stringenti.

La nuove regole valgono, oltre che per i condizionatori d’aria, anche per gli altri apparecchi che utilizzano energia elettrica, nonché per caldaie, finestre, infissi, docce e rubinetti. Le etichette prevedono la consueta scala cromatica che i consumatori hanno già imparato a conoscere per frigoriferi e lavatrici: dal verde degli apparecchi più efficienti al rosso per quelli più energivori.

Seguici anche sui canali social