Cometa Swan: a fine mese visibile anche a occhio nudo

Cometa Swan: a fine mese visibile anche a occhio nudo

Fonte immagine: makelessnoise / Flickr

La Cometa Swan raggiunge il suo massimo splendore nel cielo di fine maggio, potrebbe essere visibile anche a occhio nudo: ecco in quali condizioni.

Ha da poco fatto il suo ingresso nel cielo italiano la Cometa Swan. Dopo aver lasciato l’emisfero australe il 18 maggio il corpo celeste è ora visibile anche dal Bel Paese. Al momento la sua posizione ne permette la visione soltanto utilizzando strumenti come telescopi o binocolo, ma in futuro potrebber riservare qualche sorpresa.

La Cometa Cigno è stata scoperta dall’astronomo Michael Mattiazzo tramite lo strumento NASA noto come Solar Wind Anisotropies (SWAN), da cui è tratto il nome assegnato al corpo celeste. Denominato C/2020 F8, l’oggetto emette una luce verde frutto della grande quantità di idrogeno rilasciata. Dopo aver superato il perigeo, il punto più vicino alla Terra, SWAN viaggia verso il perielio (punto più vicino al Sole).

La Cometa Swan raggiungerà il perielio il 27 maggio. Lungo il suo viaggio gli astronomi prevedono che il corpo celeste incrementerà la sua magnitudine, la luminosità percepita dalla Terra. Ciò la renderà più facile da vedere. Questo potrebbe rivelarsi possibile anche a occhio nudo, come accaduto in Australia. Serviranno buone condizioni meteo e bassi livelli di inquinamento atmosferico.

Con le giuste condizioni meteo e di qualità dell’aria è ammirabile già ora dall’Italia. Basta guardare a nordovest tra le 21:30 e le 22. Al momento è ancora necessario utilizzare un telescopio o un binocolo, ma a fine mese potrebbe essere visibile a occhio nudo. Si consiglia tuttavia l’utilizzo di dispositivi, anche amatoriali, per una visione migliore del fenomeno.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle