Come perdere peso senza diete drastiche

Come perdere peso senza diete drastiche

Fonte immagine: Pixabay

Una dieta restrittiva non è l’unica via per dimagrire e tornare in forma: ecco alcune strategie efficaci e i consigli per associare i cibi nel modo giusto.

Conquistare la forma fisica ideale è il risultato di un percorso lungo e spesso caratterizzato da non poche rinunce alimentari. Quando non ci si trova in una condizione di forte sovrappeso o di obesità, tuttavia, il dimagrimento può non essere necessariamente l’esito di una dieta drastica: per perdere peso, infatti, è talvolta sufficiente impostare un’alimentazione sana ed equilibrata, evitando gli eccessi e soprattutto non cadendo in alcune “trappole” solitamente molto sottovalutare che riguardano l’associazione di cibi diversi durante lo stesso pasto.

Applicando alcune correzioni al proprio modo di mangiare, infatti, è possibile modificare e accelerare il metabolismo in modo tale da consentire all’organismo di bruciare le calorie assunte in modo facile e immediato. Quali sono le strategie fondamentali per perdere i chili di troppo senza seguire una dieta ferrea? La prima regola è quella di non saltare i pasti, un’abitudine che rischia di rallentare il metabolismo e di immagazzinare tutto ciò che si ingerisce generando un progressivo aumento di peso. Ecco alcune linee guida da seguire per raggiungere il peso forma senza troppi sacrifici.

Mangiare lentamente

Mangiare

Sedersi a tavola e consumare i pasti senza fretta rappresenta una strategia efficace per evitare l’accumulo dei chili in eccesso. Solo mangiando lentamente, infatti, si riesce a controllare le quantità e si percepisce il senso di sazietà, agevolando la digestione ed evitando disturbi e conseguenze che possono influire anche sull’accumulo di grasso corporeo.

Concedersi spuntini salutari

Frutta

Gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio sono due tappe fondamentali della giornata per chi desidera dimagrire: in questo modo si arriva meno affamati a pranzo e a cena, permettendo al proprio metabolismo di “lavorare” in modo efficace. L’importante, tuttavia, è consumare alimenti salutari e non ipercalorici, preferendo ad esempio la frutta fresca o secca, oppure lo yogurt povero di grassi.

Preferire i cibi fatti in casa

Alimentazione dietetica

Cucinare e dedicarsi alla preparazione delle pietanze, utilizzando ingredienti base sani, aiuta a organizzare pasti equilibrati e a monitorare la quantità di calorie: l’alimentazione caratterizzata prevalentemente da cibi precotti o confezionati, infatti, rischia di far assumere sale e soprattutto zuccheri in eccesso.

Fare movimento

Sport e movimento

L’attività fisica svolge un ruolo determinante per dimagrire, soprattutto se non si imposta un regime alimentare ipocalorico restrittivo. Fare movimento, infatti, aiuta a bruciare le calorie e consente di salvaguardare la massa magra.

Associare i cibi nel modo giusto

Abbinare i cibi

Fondamentale, infine, è associare gli alimenti nel modo giusto evitando di abbinare cibi che possano contribuire a far aumentare notevolmente il proprio peso. Le regole basilari sono poche ma realmente utili:

  • evitare di consumare più alimenti a base di carboidrati durante lo stesso pasto, come la pasta con il pane o con le patate;
  • cercare di consumare una porzione di verdura a ogni pasto, soprattutto in abbinamento con i carboidrati, in modo tale da favorire l’apporto di fibre e di far abbassare l’indice glicemico che caratterizza molti alimenti;
  • evitare di abbinare le proteine che derivano dalla carne, dal pesce o dai legumi, con quelle che arrivano dai latticini. Il formaggio, ad esempio, deve rappresentare un alimento proteico da consumare come secondo piatto, in sostituzione della carne, delle uova o del pesce.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Annalisa Corrado