Come costruire un aquilone: tutorial facile

Come costruire un aquilone: tutorial facile

Fonte immagine: Pixabay

Realizzare un aquilone è una procedura molto semplice, sfruttando dei materiali di riciclo presenti nella casa: ecco come fare.

L’aquilone rappresenta di certo uno dei giochi immancabili per la bella stagione. Si tratti di una corsa sul bagnasciuga, oppure di una scampagnata sui prati montani, vedere questo oggetto prendere il volo affascina sia i bambini che gli adulti. Ma è possibile costruirlo con il fai da te, magari recuperando anche qualche strumento per approfittare del riciclo creativo?

Realizzare un’aquilone è un’operazione relativamente semplice, alla portata anche dei più piccoli. Basta recuperare alcuni elementi ampiamente disponibili in casa e lasciarsi andare alla manualità. Di seguito, un tutorial semplice, con istruzioni passo per passo.

Aquilone fai da te: l’occorrente

Carta velina

Per realizzare un aquilone fai da te, completamente sostenibile e amico dell’ambiente, è sufficiente riciclare alcuni dei materiali più abbonanti all’interno dell’abitazione. A questo scopo, occorre recuperare:

  • carta velina o altra carta molto leggera;
  • bacchette di bambù, di legno malleabile, di balsa o aste per le tendine;
  • un rocchetto di spago oppure di nastro colorato;
  • colla vinilica;
  • cartone da imballaggio.

Naturalmente, si dovranno avere a disposizione delle forbici oppure una taglierina, matite e colori per realizzare un modello e, se necessario, qualche strappo di nastro adesivo. Si consiglia di non fare utilizzare ai più piccoli strumenti dotati di lame, per evitare pericolosi incidenti e profonde ferite.

Aquilone: tutorial facile

Colla vinilica

Sono due le modalità più semplici per realizzare un aquilone in pochissimi minuti: la prima vede il ricorso a bacchette di legno o altro materiale il più possibile flessibili, mentre la seconda preveda la costruzione di uno scheletro con del cartoncino.

Creare la forma

Il primo passo da compiere è tratteggiare la forma del proprio aquilone su carta, preferibilmente di riciclo come quella da pacco. Lo strumento assume una forma romboidale, con la porzione inferiore maggiormente allungata rispetto a quella superiore, anche se non mancano delle declinazioni differenti come la riproduzione di animali, pesci e molto altro ancora.

Costruire il telaio

Chi avesse a disposizione una coppia di bacchette, preferibilmente leggere e vuote al loro interno, potrà approfittare di una procedura rapida e indolore. Si inizia ritagliando la carta velina in base al modello realizzato su carta e cartoncino. Utile è aggiungere circa un centimetro sui lati, affinché il bordo possa essere ripiegato per ottenere un piccolo ma resistente profilo. A questo punto, si intersecano le bacchette in una disposizione a croce: i due oggetti possono essere fissati con dello spago, ma anche con della colla a caldo oppure quella a presa rapida. Costruito lo scheletro, si applica il telo ricavato dalla carta velina fissandolo alle bacchette con della colla vinilica. Si aggiunge poi il nastrino, legandolo nel punto di incontro delle sopracitate bacchette.

Montare la vela

Per tutti coloro che potrebbero non avere a disposizione delle bacchette, si può costruire con del cartoncino lo scheletro esterno dell’aquilone, realizzando sia i bordi esterni che la croce interna. La carta velina verrà quindi fissata con della colla vinilica oppure a caldo: dopo aver incluso il nastrino, l’aquilone sarà pronto a spiccare il volo.

Personalizzare l’aquilone

Naturalmente, le personalizzazioni possono essere le più svariate. Ad esempio si può utilizzare della carta di diversi colori per ogni quadrante suddiviso dalla croce interna. Ancora, si può realizzare la forma di un uccello, una farfalla oppure un simpatico pupazzetto con lo stesso sistema.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle