• GreenStyle
  • Pets
  • Combattimenti fra cani: la polizia di New York salva 30 quadrupedi

Combattimenti fra cani: la polizia di New York salva 30 quadrupedi

Combattimenti fra cani: la polizia di New York salva 30 quadrupedi

Fonte immagine: Pixabay

La polizia di New York salva 30 cani da un giro di combattimenti illegali, alimentato dalle scommesse clandestine: una piaga ancora molto diffusa.

La polizia di New York ha scovato un giro clandestino di combattimenti tra cani, portando in salvo circa 30 esemplari. È questa la notizia che sta rimbalzando da un account all’altro dei social network, pronta a evidenziare come la piaga delle scommesse illecite ai danni degli animali sia ancora ben diffusa. A quanto pare, alla base vi sarebbe stata una vera e propria organizzazione criminale, con più ramificazioni nella città.

I maltrattamenti sarebbero avvenuti all’interno di alcune abitazioni di Long Island, dove le autorità hanno trovato circa 30 cani rinchiusi in piccole gabbie, impossibilitati a muoversi e dalle condizioni di salute tutt’altro che eccelse. L’operazione, condotta in collaborazione con l’American Society for the Prevention of Cruelty to Animals (ASPCA) ha portato al fermo di alcuni individui, sebbene le loro generalità non siano state rese note al pubblico. Secondo gli inquirenti, il giro legato ai combattimenti fra cani potrebbe essere decisamente più ampio e sperano, ora, di poter scovare altri malintenzionati e portare al sicuro altri quadrupedi.

Così come riferisce l’International Business Times, le lotte fra cani sarebbero passate completamente inosservate nel vicinato, tanto che un abitante della zona ha confermato come nessuno ne sapesse nulla, non avendo mai notato movimenti strani o rumori.

Quello del combattimento tra cani è un giro d’affari da milioni di dollari ogni anno, attraverso i guadagni delle scommesse clandestine. I quadrupedi, perlopiù molossi e Pit Bull, vengono spesso accuditi in pessime condizioni, chiusi in gabbie piccolissime o stretti a catena corta. Vengono quindi sottoposti a molteplici privazioni, affinché lo stress subito li renda maggiormente aggressivi e, di conseguenza, più prestanti durante le lotte. Le associazioni da anni si battono contro questo fenomeno che, nonostante le numerose campagne di sensibilizzazione, continua a far proseliti in tutto il mondo.

Fonte: IBT

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questi cani sembrano davvero molto arrabbiati, ma poi…