Collare antiparassitario per cani: quale scegliere

Collare antiparassitario per cani: quale scegliere

Fondamentale la scelta del collare antiparassitario che possa proteggere Fido dall'infestazione di parassiti e insetti, meglio se con prodotti naturali e rinfrescanti.

Il collare antiparassitario è un articolo molto utile per il benessere del proprio cane, in particolare durante i periodi di maggiore esposizione a insetti e zecche, quali primavera ed estate. Oltre alla fastidiosa presenza delle pulci, individuabili tutto l’anno. Una soluzione molto importante che può proteggerlo da effetti indesiderati e conseguenze pericolose, come il morso della zecca e la formazione di patologie anche gravi.

Il collare possiede una funzione a lento rilascio, garantendo una copertura di lunga durata dai quattro ai sei fino agli 8 mesi. Grazie alla presenza di alcuni principi attivi, come la deltametrina, il collare antiparassitario può risultare fondamentale per la protezione contro la leishmaniosi canina. In particolare in quelle zone dove i pappataci, veicolo principale della malattia, proliferano in gran numero e indisturbati colpendo Fido.

Collare antiparassitario: principi attivi

Pulci e parassiti
Dog Self Cleaning Tick And Flea via Shutterstock

Il collare antiparassitario solitamente possiede una misura standard regolabile, ma è possibile trovare in commercio articoli identificabili per taglia e formato. Tra i principi attivi presenti possiamo individuare i piretroidi, derivati sintetici del piretro, ovvero una sostanza estratta in natura dai fiori di crisantemo. Tra i più comuni, come anticipato, vi è la deltametrina che possiede un’azione neurotossica ovvero provoca la paralisi degli insetti in brevissimo tempo. Proteggendo il cane senza provocare effetti collaterali o intolleranze.

Ma anche la flumetrina utile per contrastare le infestazioni da parte delle zecche di varia tipologia, tutti gli stadi di sviluppo del parassita e infestazione da parte dei pidocchi. L’azione è rapida e duratura. Infine alcuni collari contengono sostanze di tipo naturale come la citronella, la lavanda oppure l’olio di Neem, ottimo insetticida anche per l’uomo contro le punture di zanzare, infestazione di acari e pidocchi.

Sconsigliati invece i collari contenenti dimpylat, propoxur e tetrachlorvinphos, secondo uno studio francese riportato da Altroconsumo, risulterebbero dannosi per l’uomo e per gli animali. Mentre dal 2013 in Italia sono stati ritirati dal commercio i collari contenenti diazinon, un forte insetticida che può risultate tossico per il cane.

Collare antiparassitario, quale il migliore

Tra gli articoli più diffusi in commercio possiamo ritrovare il collare antiparassitario Scalibor che protegge il cane dai 4 ai 6 mesi da zecche, pulci e flebotomi. Quindi il collare Protection a base di olio di Neem e terpeni d’arancio, con un rilascio graduale che cura il pelo, lo rende lucido e profumato. Quindi il Beaphar sempre con estratto di Olio di Neem con un azione lenitiva, rinfrescante ed emolliente. Infine gli evergeen di Advantix e Bayer.

Seguici anche sui canali social