Greenstyle Sostenibilità Consumi Collagene: proprietà e usi della proteina amica della pelle

Collagene: proprietà e usi della proteina amica della pelle

Collagene: proprietà e usi della proteina amica della pelle

Fonte immagine: Pexels

Il collagene è da tempo diventato uno degli ingredienti di punta dei prodotti cosmetici per la cura delle pelle. Non vi è crema anti-age che non ne contenga almeno delle piccole quantità e, forse anche per una certa insistenza sui media, i trattamenti a base di questa proteina sono anche i più richiesti dai consumatori. Ma cosa è il collagene, quali sono le sue proprietà e perché è considerato un alleato della cute?

Naturalmente, prima di sottoporsi a qualsiasi trattamento cosmetico è necessario vagliare il parere del proprio dermatologo di fiducia o del medico curante. Questo per scongiurare controindicazioni o reazioni di ipersensibilità, variabili da individuo a individuo.

Collagene: definizione e proprietà

Crema viso

Il collagene – noto anche come collageno – è la proteina principale presente nel tessuto connettivo dei mammiferi. È anche la più abbondante, tanto che può arrivare al 25% della massa proteica totale, pari a circa il 6% del peso di un uomo adulto.

L’abbondante presenza della proteina nell’organismo è giustificata dalle sue funzioni: il collagene funge infatti da impalcatura e sostegno a organi e tessuti, come la pelle, inoltre è un elemento fondamentale per la normale tenuta della cartilagine. La proteina è infatti deputata alla creazione di veri e propri strati fibrosi, dove si adagiano tutti i tessuti dell’organismo, garantendone stabilità.

Poiché elevate concentrazioni vengono normalmente rilevate a livello dell’epidermide, negli ultimi decenni si è largamente diffuso l’uso del collageno a scopo estetico. Questo perché la sostanza garantirebbe delle irrinunciabili proprietà: può aiutare a recuperare l’elasticità di una cute lassa, lavorando in concerto con l’elastina, ma anche riempire le rughe, regolare l’incarnato del volto, rassodare la pelle in tutto il corpo.

Per questa ragione, sono nati i più svariati trattamenti a base di collagene, alcuni topici e altri invece interni, tramite il ricorso a integratori e altre soluzioni. Al momento, sull’effettiva utilità di queste proposte non vi è però un preciso accordo scientifico: diverse autorità mondiali, come l’europea EFSA, hanno sollevato dubbi sul ricorso a integratori o altre soluzioni orali a scopo cosmetico. Largamente accettate sono invece creme, sieri e unguenti destinati all’applicazione topica.

Collagene, uso in cosmetica e formati

Siero

Così come già accennato, il collagene è diventato uno dei principali ingredienti di molti prodotti cosmetici, soprattutto quelli destinati al contrasto dell’invecchiamento cutaneo. La logica di fondo di queste soluzioni è il fatto che, proprio poiché la proteina rappresenta l’impalcatura della pelle, possa ridonare elasticità e tono anche appianando le rughe. Inoltre, il collagene aiuterebbe anche a migliorare l’idratazione della cute, poiché interagisce e immagazzina acqua.

Quando si parla di creme e altri ritrovati a base di questa proteina, però, si intende soprattutto il collagene idrolizzato, ovvero scomposto tramite idrolisi in peptidi di piccole dimensioni. Il procedimento assicurare che le molecole della proteina superino la barriera più esterna della cute, raggiungendo tramite l’assorbimento gli strati più profondi e fibrosi dell’epidermide.

Sempre più di frequente, inoltre, si sceglie il collagene marino: si tratta della proteina ricavata da alcuni pesci – come il salmone e il merluzzo – che ne contengono in elevatissime qualità. A differenza della forma più classica, questa tipologia garantirebbe un più facile assorbimento e stimolerebbe l’azione dei fibroblasti a livello del tessuto connettivo.

Come facile intuire, il collagene a scopo cosmetico è un derivato di origine animale – di norma da bovino e suino, ma anche appunto marino – ma sul mercato non mancano prodotti a base di “collageno vegetale” destinati all’utenza vegana. In questo caso non si parla però della proteina in senso stretto, ma dell’abbinamento di altri principi attivi vegetali che, grazie a un’azione sinergica, ne garantiscono i medesimi effetti.

In ogni caso, il prodotto idrolizzato per uso esterno si trova sotto forma di creme, sieri, unguenti e, negli ultimi anni, anche in maschere monouso per la rigenerazione del viso. Gl integratori a uso orale, sia in pastiglie che “da bere”, dovrebbero invece essere assunti sotto parere medico e hanno funzioni più indicati alla rigenerazione delle articolazioni.

Efficacia, applicazione e controindicazioni

Crema

Con il passare degli anni, l’organismo produce quantità sempre più ridotte di collagene e i primi effetti si notano soprattutto sulla pelle, con un effetto poco elastico e su tutto il corpo. Reintegrare questo elemento con prodotti a uso tonico è possibile, accertandosi però si tratti di un prodotto idrolizzato.

L’applicazione è molto semplice: è sufficiente versare qualche goccia del siero, oppure una noce della crema di bellezza, sull’area del corpo da trattare. Si massaggia quindi fino a pieno assorbimento, effettuando dei movimenti circolari.

Normalmente la proteina è ben tollerata, anche perché prodotta naturalmente dall’organismo. Ma alcuni individui potrebbero risultare ipersensibili al collage di origine animale o vegetale, poiché spesso abbinato ad altri principi attivi maggiormente noti per attivare reazioni di tipo allergico.

Seguici anche sui canali social