• GreenStyle
  • Salute
  • Colesterolo cattivo: nelle carni bianche livelli alti come in quelle rosse

Colesterolo cattivo: nelle carni bianche livelli alti come in quelle rosse

Colesterolo cattivo: nelle carni bianche livelli alti come in quelle rosse

Uno studio dell'Università della California rivela che il consumo di entrambe le tipologie aumenta in pari misura i livelli di colesterolo LDL nel sangue.

Bianca o rossa che sia, non c’è alcuna differenza: la carne ha tutta lo stesso contenuto di grassi saturi e fa salire il colesterolo “cattivo” in eguale misura. A dare una svolta all’annosa questione tra la sedicente più salutare carne bianca e la ormai demonizzata carne rossa è un nuovo piccolo studio dell’Università della California, che ha riscontrato come, indifferentemente, il consumo di entrambe le tipologie di alimento aumenti i livelli di colesterolo LDL, aumentando così il rischio di malattie cardiache.

Nell’indagine i ricercatori hanno analizzato per quattro settimane la dieta di 113 soggetti, uomini e donne, con età compresa tra i 21 e i 65 anni. Hanno quindi scoperto che il consumo di grandi quantità di carni, bianche o rosse che fossero, aumentava il livello del colesterolo legato alle lipoproteine a bassa densità (LDL) in pari misura rispetto a una dieta con la medesima quantità di proteine, ma di origine differente come vegetali e latticini. Un risultato inatteso, come ha spiegato Ronald Krauss, tra gli autori dello studio:

Quando abbiamo pianificato questo studio, ci aspettavamo che la carne rossa avesse un effetto peggiore sui livelli di colesterolo nel sangue rispetto alle carne bianca, ma siamo rimasti sorpresi che non fosse così: i loro effetti sul colesterolo sono identici quando i livelli di grassi saturi sono equivalenti.

È ormai molto tempo che le carni bianche come pollo e tacchino sono considerate come un’alternativa più salutare a quelle di maiale o di manzo, tanto da condizionarne il mercato e la vendita. Il problema, dicono i ricercatori, era che finora non era mai stato effettuato un confronto completo degli effetti di entrambe le carni sulla quantità di colesterolo nel sangue.

Secondo gli autori, perciò, i nuovi risultati sarebbero degni di nota, visto che indicherebbero che limitare completamente il consumo di carne sia la scelta più consigliabile per uno stato di salute elevato. Il maggiori benefici, concludono, verrebbero da una dieta che include proteine vegetali, latticini e legumi.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Bruno Barbieri