Colazione: saltarla aumenta rischio obesità e diabete

Colazione: saltarla aumenta rischio obesità e diabete

Saltare la colazione è un errore grave secondo le nuove linee guida dell'American Heart Association, ecco perché.

La colazione è un pasto importante per la salute dell’uomo. Le nuove indicazioni arrivano dagli esperti dell’American Heart Association, che in collaborazione con i colleghi della British Heart Association hanno scritto le linee guida per la prevenzione di disturbi quali problemi cardiaci, obesità e diabete.

Dal punto di vista del rischio obesità, spiegano i ricercatori, consumare regolarmente la prima colazione aiuta a non accumulare calorie in eccesso durante il resto della giornata. Secondo la dietista della British Heart Foundation, Victoria Taylor, dai risultati della ricerca emerge come il “quando” si mangia possa giocare inoltre un ruolo primario per la salute del cuore:

Questo studio mostra che non è soltanto ‘cosa’ si mangia a influenzare i rischi legati a malattie cardiache, ma anche ‘quando’ i pasti vengono consumati.

L’analisi è stata condotta dai ricercatori anglo-americani sulle base di precedenti studi condotti sul tema. Come ha sottolineato la Prof.ssa Marie-Pierre St-Onge della Columbia University, che ha guidato la revisione dello studio:

L’orario dei pasti influenza la salute a causa del suo impatto sull’orologio biologico. Molte persone ritengono che le emozioni possano innescare episodi di consumo di cibo in assenza di fame, il che spesso conduce a consumare troppe calorie da cibi che dispongono di valori nutrizionali bassi.

Linee guida

Malgrado non sia stata definita a tutti gli effetti una “dieta per la colazione“, gli esperti statunitensi e britannici hanno indicato alcuni parametri per bilanciare al meglio il primo pasto della giornata:

  • Dovrebbe essere consumato tra il 15 e il25% del fabbisogno giornaliero in termini di calorie (tra 300 e 500 per le donne; 375-625 per gli uomini);
  • Gli alimenti consumati dovrebbero fornire un buon apporto di calcio, potassio, vitamina D e fibre.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Roberto Pasi – Beeing