Colazione per diabetici: meglio abbondante

Colazione per diabetici: meglio abbondante

Fonte immagine: Pixabay

Una dieta specifica aiuta a controllare i picchi di glucosio tipici del diabete di tipo 2: lo dimostra una ricerca dell’Università di Tel Aviv.

Più di 382 milioni di persone al mondo soffrono di diabete, in particolare di diabete di tipo 2. Una dieta equilibrata può aiutare limitare le conseguenze negative della malattia. A dimostrarlo è uno studio dell’Università di Tel Aviv, che spiega l’importanza della colazione per mantenere sotto controllo i picchi di glucosio tipici di questa patologia.

La condizione di iperglicemia è presente nei pazienti affetti da diabete di tipo 1 e 2, che per mantenere la concentrazione di glucosio circolante a livelli accettabili devono seguire specifiche terapie: anche un’attenzione alla quantità di calorie nei vari pasti quotidiani però può aiutare.

Colazione ideale per diabetici: calorie e alimenti

Secondo lo studio pubblicato su Diabetologia è la colazione il pasto in cui concentrare la quantità massima di calorie rispetto al pranzo e alla cena: questo aiuterebbe a controllare i picchi di glucosio. Daniela Jakubowicz, professore al Wolfson Medical Center’s Diabetes Unit di Tel Aviv e autrice dello studio, ha spiegato:

Abbiamo riscontrato che assumendo più calorie a colazione, quando la risposta al glucosio è più flebile, e consumandone invece meno a pranzo e cena, i picchi di glucosio nel corso della giornata si riducono significativamente.

La ricerca è stata condotto su 8 uomini e 10 donne di età compresa tra i 30 e i 70 anni, affetti da diabete di tipo 2, suddivisi in due gruppi. Al primo gruppo è stata data una dieta che prevedeva un maggior apporto di calorie nel primo pasto della giornata (2946 kilojoule – kJ) e meno a pranzo (2523 kj) e a cena (858kj); al secondo gruppo è stata assegnata invece una dieta con un maggior apporto di calorie a pranzo (2523 kj) e cena (2946 kj), rispetto alla colazione (a 858 kj).

I ricercatori hanno poi misurato i livelli di glucosio nel sangue dei soggetti, a intervalli regolari dopo i diversi pasti: i pazienti che avevano seguito il primo tipo di dieta avevano registrato una crescita del glucosio nel sangue minore del 23 per cento rispetto al secondo gruppo. Jakubowicz ha concluso:

La colazione abbondante, mentre gli altri pasti più moderati: secondo il nostro studio è questo il regime migliore per le persone affette da diabete di tipo 2. In questo modo i picchi glicemici vengono ridotti e si allontana il rischio di complicazioni cardiovascolari.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Florence Egal