Coca-Cola pronta a produrre bevande con marijuana

Coca-Cola pronta a produrre bevande con marijuana

È una indiscrezione, ma Coca-Cola non smentisce e anzi lancia un chiaro indizio: è probabile che produca bevande con infuso di marijuana, ecco come.

Si vocifera che Coca-Cola sia in serie e avanzate trattative con un produttore di cannabis per produrre e portare sul mercato bevande con infuso di marijuana, che pare abbia benefici per la salute come la capacità di attenuare le infiammazioni del corpo, il dolore e i crampi.

Secondo fonti che dicono a Bloomberg di essere a conoscenza delle trattative, l’azienda con cui Coca-Cola sarebbe vicina a un accordo è Cannabis Aurora ed è probabile che nel caso la multinazionale utilizzi un ingrediente della cannabis non psicoattivo, noto come cannabidiolo (CBD). Si tratterebbe di una bevanda definita “da recupero”, ovvero per il benessere energetico.

L’olio di CBD è già acquistabile nei supermercati del Regno Unito ed è sempre più popolare tra coloro i quali cercano un aiuto naturale per dormire e alleviare condizioni di salute mentale come ad esempio la depressione e l’ansia. Se però Coca-Cola dovesse davvero concludere l’accordo con la possibile partner allora sarebbe la prima grande azienda di bibite al mondo a muoversi nel mercato della marijuana.

Mentre un portavoce di Coca-Cola si è rifiutato di commentare l’indiscrezione lo stesso ha lanciato un chiaro indizio spiegando che l’azienda, insieme a molte altre nel settore delle bevande, sta osservando da vicino la crescita della CBD non psicoattiva come ingrediente nelle “bevande funzionali per il benessere di tutto il mondo”.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Campus Peroni: intervista a Cristina Hanabergh