CO2 aerei: Commissione UE preme per taglio alle emissioni

CO2 aerei: Commissione UE preme per taglio alle emissioni

La Commissione UE preme per alcune modifiche al sistema di gestione delle emissioni di CO2. Le modifiche dovrebbero entrare in vigore già dal 2014.

Modificare il sistema europeo di mercato per la CO2 dei velivoli. La proposta è arrivata dalla Commissione UE per mezzo del commissario per l’Azione climatica Connie Hedegaard, che auspica il raggiungimento di un accordo in tempi brevi con il Consiglio e il Parlamento dell’Unione.

Secondo quanto avanzato dalla Commissione UE l’ETS (il sistema di gestione del mercato europeo delle emissioni di CO2) dovrebbe coprire tutti i voli, in partenza e in arrivo, per l’intero tragitto percorso nei cieli dell’EEA (Area Economica Europea). Questo comprende i 28 Paesi dell’Unione più Norvegia e Islanda.

Un provvedimento che la Commissione UE vorrebbe in vigore già dal 1 gennaio 2014 e con scadenza naturale fissata per il 2020, quando la palla passerà a un nuovo strumento concordato a livello globale dall’ICAO (Organizzazione Internazionale per l’Aviazione Civile). Esentati invece i voli diretti e provenienti dai Paesi in via di sviluppo, che incidono per appena l’1% e che verrebbero del tutto esentati. Come sottolinea la stessa Hedegaard:

L’UE ha ridotto le emissioni dei gas serra in modo considerevole e tutti i settori economici stanno contribuendo a questi sforzi. Anche il settore dell’aviazione deve contribuire, poichè le emissioni del settore sono in rapida crescita, raddoppiate rispetto al 1990. Sono fiduciosa che Parlamento e Consiglio europeo si muoveranno in fretta per approvare questa proposta.

Seguici anche sui canali social