Clima, Trump: agire contro il riscaldamento globale non conviene

Clima, Trump: agire contro il riscaldamento globale non conviene

Fonte immagine: Lev Radin / Shutterstock

Trump definisce i cambiamenti del clima e il riscaldamento globale un destino già segnato, ritenendo che non conviene agire per fermarli.

Fanno discutere le recenti dichiarazioni di Donald Trump a proposito del clima e dei mutamenti climatici. Il presidente USA ha affermato che non conviene agire contro il riscaldamento globale.

Spinto proprio da questa convinzione Trump ha deciso di mettere un freno a quelle regole che puntavano all’efficienza energetica per le automobili che verranno prodotte dopo il 2020. Già Obama aveva previsto di applicare dei nuovi standard, ma in uno specifico documento riportato dalla stampa internazionale e che è stato elaborato dal Governo viene messo in evidenza come tutto ciò non sarebbe possibile né a livello tecnologico né a livello economico.

In sostanza il Governo di Trump riterrebbe che allontanarsi dall’uso dei combustibili fossili non sarebbe una via attuabile. Il presidente degli Stati Uniti ha affermato che il riscaldamento globale è un destino ineluttabile per il clima del nostro Pianeta.

Agire, secondo lui, non serve a nulla e non potrà servire a fermare quell’aumento di circa 3,5 gradi Celsius che si registra rispetto ai livelli preindustriali. Inoltre Trump vorrebbe uscire dall’accordo di Parigi definendo tutto ciò che riguarda il cambiamento del clima soltanto una bufala.

Proprio per questo motivo evidentemente il governo americano negli ultimi tempi ha deciso di non tenere in considerazione alcuni regolamenti che avevano l’obiettivo di ridurre le emissioni nocive di gas serra. Le aziende in questo modo potranno risparmiare, ma gli ambientalisti sono molto preoccupati per questa linea d’azione, che potrebbe aprire una vera e propria strada all’aumento dell’inquinamento.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Azioni dell’uomo contro il cambiamento climatico