Clima, agosto 2020 è il quarto più caldo della storia

Clima, agosto 2020 è il quarto più caldo della storia

Agosto 2020 è stato il quarto mese di agosto più caldo della storia secondo i dati sul clima forniti dal Copernicus Climate Change Service.

Sul fronte del clima il mese appena trascorso ha segnato un nuovo record. Agosto 2020 è risultato il quarto “agosto” più caldo della storia, come sottolineato dai dati del Copernicus Climate Change Service (C3S). Si tratta di un dato valido a livello globale, ma soprattutto in regioni quali il sud-ovest degli USA, il Messico, l’oceano Artico e il nord-ovest della Siberia.

C3S pubblica bollettini mensili relativi ai cambiamenti climatici, mostrando le variazioni riscontrate nella temperatura dell’aria in superficie. Implementati con quelli in possesso del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio raggio, i dati si mostrano in linea con alcuni casi estremi delle ultime ore. Un esempio è Los Angeles, che ha toccato in questi giorni la soglia record di 49 gradi. Per contro alcune regioni dell’emisfero australe hanno fatto registrate temperature più basse rispetto alle medie stagionali.

Le pubblicazioni del Copernicus Climate Change Service mostrano anche altre variazioni nel clima mondiale. Incluse nei dati presentati anche le mutazioni di carattere idrologico e la copertura di ghiaccio. I risultati sono ottenuto mediante l’analisi delle misurazioni effettuate da satelliti, stazioni meteo, aerei e navi situati in ogni parte del mondo.

Temperature mondo clima agosto 20
Fonte: C3S

Agosto 2020 si è posizionato al quarto posto in virtù di un +0,9 gradi rispetto alle medie del periodo. Riscaldamento globale che si è fatto sentire in misura maggiore soltanto durante il mese di agosto del 2003, del 2010 e degli ultimi due anni scorsi (2018 e 2019). Secondo i meteorologi lo “stress termico” è stato molto forte quest’anno, paragonabile al 2019 e inferiore solo al 2003. Come ricordato dal C3S sono state diverse le ondate di caldo durante questa estate, soprattutto in Europa centrale e nella parte occidentale del Vecchio Continente.

Fonte: Copernicus Climate Change Service

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra