• GreenStyle
  • Salute
  • Cibo spazzatura: Londra mette al bando la pubblicità su bus e metro

Cibo spazzatura: Londra mette al bando la pubblicità su bus e metro

Cibo spazzatura: Londra mette al bando la pubblicità su bus e metro

Fonte immagine: Cuddly Little Owl

Londra dice basta al cibo spazzatura nelle pubblicità dei mezzi pubblici, inclusa la metro: l'obiettivo è ridurre il tasso di obesità infantile.

Stop alle pubblicità di cibo spazzatura su bus, metro e taxi di Londra per contrastare il crescente tasso di obesità infantile. A lanciare l’iniziativa è il primo cittadino londinese Sadiq Khan, che ha annunciato l’entrata in vigore del provvedimento a partire dal 25 febbraio 2019. Interessati dalla normativa anche i tram e le linee ferroviarie urbane di superficie (la Overground).

Il divieto di pubblicizzare cibo spazzatura proibirà la riproduzione sui mezzi pubblici di Londra di pubblicità ritraenti bibite gassate e/o zuccherate, cibi ricchi di grassi, zuccheri o sale, incluse frutta secca salata e barrette di cioccolato. Al contrario, cibi e bevande senza zucchero e la frutta secca al naturale potranno essere pubblicizzate. Come dichiarato dall’ufficio del sindaco Khan in una nota:

L’obesità infantile sta mettendo a rischio le vite dei londinesi e mettendo molta pressione sul nostro sistema sanitario. È un imperativo assoluto agire adesso contro questa bomba a orologeria e ridurre l’esposizione alle pubblicità di cibo spazzatura recita un ruolo in questo, non soltanto per i bambini, ma per genitori, famiglie e chi si preoccupa di acquistare e preparare i pasti.

La messa al bando del cibo spazzatura dalle pubblicità sui mezzi pubblici londinesi rappresenta soltanto una parte del piano messo in atto da Khan per ridurre il tasso di obesità infantile nella capitale del Regno Unito.

L’amministrazione locale ha vietato l’apertura di fast food entro 400 metri dagli ingressi delle scuole e formato un gruppo di controllo, la Child Obesity Taskforce, che dovrà mettere a punto le migliori strategie per frenare la crescita del sovrappeso nei giovanissimi già dalle scuole primarie; l’obiettivo è dimezzare la percentuale di bambini obesi entro il 2030.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Roberto Pasi – Beeing