Mobilità sostenibile: Cesena paga chi va al lavoro in bicicletta

Mobilità sostenibile: Cesena paga chi va al lavoro in bicicletta

Fonte immagine: Pixabay

Un'iniziativa del Comune di Cesena pagherà a breve chi deciderà di andare al lavoro in bicicletta: ecco chi può fruirne e quanto si può guadagnare.

È denominata “Al lavoro in bicicletta” ed è una peculiare iniziativa che prenderà il via a Cesena da giugno a novembre, pensata per incentivare i cittadini ad abbandonare l’auto e ad utilizzare questo mezzo di trasporto per andare in ufficio. Azioni innovative, quelle prese dal Comune, che hanno l’obiettivo di spingere sempre più persone ad adottare comportamenti rispettosi dell’ambiente e, perché no, anche salutari.

L’iniziativa prevede un incentivo di 25 centesimi di euro per ogni chilometro del percorso effettuato in bici da casa al lavoro, con un tetto massimo di 2,50 euro al giorno e di 50 euro al mese. Il requisito per partecipare è quello di aver utilizzato finora una vettura privata a motore e di esser passati così alla bicicletta; potranno fruirne tutti i lavoratori dipendenti e autonomi, maggiorenni e che risiedano a Cesena e Cesenatico e lavorino nello stesso Comune o in Comuni limitrofi. A ogni modo, il bando sarà pubblicato a breve con tutti i dettagli del caso.


 

La somma messa a disposizione dal Comune di Cesena per tale novità è di 21 mila euro, e, come sottolineato dal sindaco Paolo Lucchi e dall’assessore alle Politiche ambientali Francesca Lucchi:

Si tratta di azioni del tutto innovative che hanno l’obiettivo di intervenire concretamente per spingere sempre più persone ad adottare comportamenti rispettosi dell’ambiente.

Per quanto riguarda gli spostamenti casa-lavoro ci rivolgiamo direttamente a tutti i lavoratori, sia dipendenti che autonomi, offrendo un piccolo incentivo economico a chi abbandona l’automobile a favore della bicicletta. Si tratta di un’iniziativa che, a quanto ci risulta, non ha precedenti in Italia e ci auguriamo che faccia breccia anche fra i più pigri, convincendoli a sperimentare modalità diverse per spostarsi, favoriti anche dalle dimensioni contenute delle nostre realtà.


 

Oltre a ciò, dopo il successo del Piedibus, sta per essere anche avviata un altro progetto dedicato però al mondo della scuola, che prevede la realizzazione di servizi sussidiari alle attività scolastiche e sempre legate alle problematiche della mobilità sostenibile casa-scuola. Sarà avviato a breve, sempre a Cesena.

Seguici anche sui canali social