• GreenStyle
  • Salute
  • Cellulari, TAR Lazio: campagna su rischi per la salute entro 6 mesi

Cellulari, TAR Lazio: campagna su rischi per la salute entro 6 mesi

Cellulari, TAR Lazio: campagna su rischi per la salute entro 6 mesi

Il TAR del Lazio ha imposto al Ministero della Salute una campagna informativa sui rischi per la salute e il corretto utilizzo dei cellulari e dei cordless.

I ministeri competenti dovranno lanciare entro sei mesi una campagna sui rischi per la salute legati a cellulari e cordless. La decisione è stata presa dal TAR Lazio, che attraverso una sentenza ha imposto agli organi ministeriali di informare i cittadini riguardo non soltanto i pericoli, ma anche sul corretto utilizzo dei dispositivi in oggetto.

Il TAR Lazio è intervenuto sulla questione cellulari in seguito al ricorso presentato dall’Associazione per la Prevenzione e la Lotta all’Elettrosmog. Il Tribunale Amministrativo Regionale laziale ha accolto però solo parzialmente le richieste della parte ricorrente, che aveva chiesto anche di obbligare i ministeri all’emanazione del decreto del febbraio 2001 contenente la “Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici”.

Nello specifico è stato fatto notare come già nel gennaio del 2012 il Ministero della Salute abbia evidenziato come seppure non dimostrati da prove concrete, citando un parere fornito dal Consiglio Superiore di Sanità datato novembre 2011, i danni da un utilizzo intensivo dei cellulari non potevano essere esclusi. Doveva quindi essere condotta, sempre secondo fonti ministeriali, una campagna di sorveglianza e di ricerca.

Il Ministero della Salute non avrebbe tuttavia dato luogo ad alcun provvedimento in merito, tanto da giustificare il ricorso presentato. Il TAR del Lazio ha riconosciuto quindi come non avvenuta la “preannunciata campagna informativa“, nemmeno a seguito del “ragguardevole lasso di tempo intercorso”. Come è possibile leggere nella sentenza:

La predetta campagna d’informazione e d’educazione ambientale dovrà essere attuata nel termine di sei mesi dalla notifica, avvalendosi dei mezzi di comunicazione più idonei ad assicurare una diffusione capillare delle informazioni in essa contenute.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

La via della leggerezza: intervista a Franco Berrino e Daniel Lumera